Nel 2015 la statunitense di origine coreana Charlotte Cho pubblica un libro destinato a diventare una pietra miliare nel mondo dello skin care: “The Little Book of Skin Care: Korean Beauty Secrets for Healthy, Glowing Skin”.
Nel libro, l’autrice racconta di come il suo viaggio nella Corea del Sud con l’Azienda Samsung le abbia permesso di scoprire il segreto della pelle perfetta delle ragazze coreane. Rinnegando la spiegazione genetica (del resto lei stessa è di origine coreana al 100% ma al momento del suo viaggio in Corea dagli Stati Uniti non vanta ancora una pelle impeccabile), Cho scopre l’esistenza di un vero e proprio rituale di bellezza suddiviso in fasi e con l’utilizzo di prodotti specifici, creati appositamente per questa “beauty routine”.
Nel suo bestseller svela i segreti del rituale e spiega perchéi funziona così bene. La beauty routine coreana consiste in 10 step da effettuare due volte al giorno per ottenere pulizia profonda, detersione e idratazione. Mentre per le occidentali la cura del viso è propedeutica al trucco, per le coreane il viso è bello quando è impeccabile al naturale. Questo le porta a prendersene cura fin da giovani dedicandogli molto più tempo (e più prodotti) rispetto ad americane ed europee. Inoltre, la prevenzione diventa più importante della cura, ecco perché l’attenzione è maniacale fin dai 18-20 anni.
Il bestseller della Cho si diffonde a macchia d’olio e in breve scoppia la moda dello skin care coreano, che contagia stelle dello spettacolo e comuni mortali negli Stati Uniti e in Europa. In Italia il fenomeno esplode nel 2016, quando i blog più influenti di moda ed estetica iniziano a raccontare il mondo dell’estetica coreana. Ma cosa è nello specifico lo skin care coreano? Vediamolo nel dettaglio.

Beauty routine coreana: i 10 step

Secondo Charlotte Cho sono 10, secondo altre scuole di pensiero sono 12, e c’è chi parla addirittura di 15: sono gli step che portano le coreane ad avere una pelle così bella da potersi permettere un trucco acqua e sapone a qualsiasi età.
Ad ogni step corrispondono prodotti specifici formulati secondo principi attivi in grado di rispondere ad esigenze ben precise.

  • Pulizia a base oleosa (primo step di pulizia): la pulizia profonda del viso è la base di ogni trattamento di bellezza. Grazie ad un prodotto a base oleosa, il trucco di tutto il viso si scioglie senza lasciare residui.
  • Pulizia schiumosa (secondo step della detersione): i detergenti schiumosi eliminano le tracce del detergente oleoso formando una soffice schiuma che poi si sciacqua con l’acqua. A questo punto la pelle è perfettamente pulita. C’è chi abbina sempre detersione oleosa e schiumosa e chi invece le svolge entrambe solo la sera, è una questione di gusti.
  • Scrub: non va effettuato ogni giorno, almeno non su tutto il viso. È buona norma effettuarlo due volte a settimana. La versione soft prevede l’utilizzo di un prodotto esfoliante con aggiunta di acqua, mentre per una pulizia più profonda si può fare anche a secco. L’importante è fare dei piccoli movimenti circolari leggeri, evitando una pressione eccessiva.
  • Applicazione del tonico: il tonico coreano ripristina il ph della pelle e inizia a idratarla per migliorare l’assorbimento dei successivi trattamenti.
  • Applicazione dell’essence: l’essence non è né liquido né cremoso, ma ha una consistenza intermedia e un’azione levigante.
  • Applicazione di Sieri e Booster: si tratta di prodotti che rispondono ad un problema o ad un’esigenza specifica della pelle. Pelle macchiata? Rughe? Pelle grassa? Pelle secca? Ad ogni pelle il suo booster.
  • Applicazione maschera di tessuto: si tratta di un velo che va applicato sul viso rilasciando in circa 20 minuti tutti i suoi principi attivi. Esistono maschere da applicare anche ogni giorno e con un rilascio più rapido, ma in media bisognerebbe applicarne almeno due da 20 minuti a settimana.
  • Applicazione crema contorno occhi: come nello skin care tradizionale occidentale, c’è una particolare attenzione alla zona attorno agli occhi, con creme specifiche che ottengono l’effetto della riduzione delle borse perioculari.
  • Step dell’idratazione: applicazione di prodotti cremosi dalla formulazione ricca per nutrire in profondità la pelle, anche in virtù dell’azione benefica e preparatoria degli step precedenti.
  • Protezione Solare: il sole danneggia la pelle non solo d’estate ma tutto l’anno, ecco perché la protezione SPF viene applicata dalle coreane tutti i giorni prima di uscire.

Ma oltre ai prodotti?

Oltre ai prodotti giusti, a fare la differenza nella beauty routine coreana sono una serie di accorgimenti e consigli che potenziano gli effetti della routine coreana. Il primo consiglio è quello di non andare di fretta e ritagliarsi del tempo per la routine.
Il secondo è di essere delicate con la propria pelle, picchiettando con le dita e tamponando, evitando di sfregare e di frizionare.
Il terzo è di cambiare atteggiamento e di iniziare a prevenire piuttosto che curare, prendendo esempio dalle coreane che iniziano a coccolarsi fin dai 18-20 anni.

Quali sono i principali store dove acquistare prodotti coreani?

Come scritto a inizio articolo, sono ormai numerosi i portali che commerciano in Europa e Stati Uniti prodotti specifici coreani. Per quanto riguarda l’Italia, Sephora da qualche anno ha introdotto nel suo catalogo i brand più famosi della beauty rutine coreana.
Sono inoltre nati numerosi e-commerce che spediscono prodotti coreani direttamente dall’Italia, evitando così di sovraccaricare i prezzi con i dazi doganali. Si segnalano ad esempio i cosmetici coreani di Mybeautyroutine.it, ecommerce con un catalogo che include i marchi più noti tra le consumatrici coreane e che offre un servizio clienti pronto a rispondere alle domande più diffuse sulla beauty routine. Sì, perché un aspetto da non sottovalutare è la difficoltà che molte clienti italiane (e non solo) hanno nello scegliere i prodotti giusti da abbinare sia alla propria pelle sia ad uno step specifico. Insomma, la beauty routine coreana funziona, questo è certo, ma all’inizio può essere un po’ difficile da comprendere a fondo, ecco perché torna utile consultare un servizio di assistenza come quello di mybeautyroutine.it

Qual è il risultato?

Per tornare alla domanda iniziale posta in questo articolo, ovvero se la beauty routine ed i prodotti coreani funzionano davvero, la testimonianza di centinaia di donne in tutto il mondo fa propendere per il sì. Bisogna però avere costanza, dedizione e soprattutto scegliere i prodotti migliori abbinati allo step giusto della beauty routine, altrimenti si rischia di sprecare tempo, soldi ed energie.

Commenta con il tuo account Facebook