Annunciata da Zingaretti per il 31 dicembre 2018. Ma lo sapremo con certezza solo tra aprile – maggio 2019

“Ad oggi, 16 gennaio 2019, di fatto ancora non c’è stata l’uscita per la Regione Lazio dal Commissariamento Sanità, annunciata per il 31 dicembre 2018 da Zingaretti in campagna elettorale insieme con l’ex ministra della Salute, Lorenzin. Tecnicamente sapremo se siamo fuori dalla gestione commissariale solo nei prossimi mesi, tra aprile e maggio, quando avremo i dati definitivi sul bilancio regionale 2018”. Così, in sintesi, il consigliere regionale M5s del Lazio, Davide Barillari, ha replicato all’assessore alla Sanità, D’Amato, a margine del question time svoltosi oggi in Consiglio regionale, dove – sottolinea a margine del suo intervento “ancora una volta abbiamo registrato l’assenza in Aula del presidente Zingaretti, perché troppo impegnato nella sua scalata al Pd”. “Purtroppo su queste bugie Zingaretti ci ha vinto le elezioni – continua Barillari – Abbiamo ospedali chiusi, posti letto carenti in provincia, sulle liste d’attesa abbiamo problemi ad applicare il piano regionale e su questi problemi non abbiamo ricevuto risposta”.  “Presenteremo altri atti per capire in base a quali parametri della griglia Lea la Regione Lazio è inadempiente, oltre a considerare anche il fatto che ci sono altre parametri, già in uso in altre regioni, per rilevare la qualità dei servizi erogati. Nel frattempo – conclude Barillari – aspetteremo il nuovo commissario, come stabilito di recente dalla norma nazionale del Dl Fiscale, che sarà una personalità di caratura nazionale, indipendente e imparziale, nella speranza che l’uscita dal commissariamento coinciderà anche con l’uscita di Zingaretti dalla Sanità del Lazio”.

Commenta con il tuo account Facebook