“Nella sanità laziale si registra una grande anomalia. Ci sono infatti commissari straordinari alla guida di Asl e di Aziende Ospedaliere in carica da più di tre anni.

Considerato che il commissariamento è un atto straordinario a cui si ricorre per far fronte a situazioni urgenti ed eccezionali, e che quindi per sua natura dovrebbe avere una temporalità limitata, mi domando perché non si provvede alla nomina dei direttori generali, chiudendo così la lunghissima fase di commissariamento. Perché viene fatta questa forzatura? Non sarà forse che gli attuali commissari in carica da più di tre anni non hanno i requisiti per fare il direttore generale? In attesa di avere delucidazioni dal presidente Zingaretti e dall’assessore D’Amato, chiederò un parere all’Anac. Vedremo così se ci sono anomalie e criticità, e se la tanto sbandierata trasparenza di Zingaretti è stata rispettata.”

Lo dichiara il capogruppo regionale di Noi con l’Italia Massimiliano Maselli.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email