8, 9, 10 marzo In 5 mila piazze italiane Bentornata Gardensia, per la Festa della Donna
Ogni giorno, in Italia, 6 donne ricevono una diagnosi di sclerosi multipla. Sono più del doppio rispetto agli uomini e convivono con questa malattia per tutta la vita.
Per sapere la piazza più vicina aism.it/gardensia

Venerdì 8 per la Festa della Donna, sabato 9 e domenica 10 marzo, oltre 5 mila piazze italiane, si “colorano di rosa”, per ricordarci che ci sono donne che hanno bisogno che ciascuno di noi scelga una pianta di Gardenia o di Ortensia (con un contributo minimo di 15 euro l’una ) o entrambe: due fiori che sottolineano lo stretto legame tra le donne e la sclerosi multipla (SM), che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini. Ogni giorno, in Italia, 6 donne ricevono una diagnosi di sclerosi multipla.

Bentornata Gardensia è la campagna di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, dedicata alle donne con sclerosi multipla, nata per sostenere l’attività di ricerca sulle forme progressive e più servizi sul territorio per le donne con SM. Ricerca e assistenza sono le due facce della stessa medaglia, rappresentano l’impegno alla lotta alla sclerosi multipla.

La sezione provinciale AISM di Viterbo ringrazia sia il Direttore Generale della Asl di Viterbo Daniela Donetti per aver dato la possibilità di essere presenti a partire da giovedì 7 marzo presso la Cittadella della Salute (Viterbo) all’ingresso principale, sia il Direttore del Centro di Riabilitazione Airri medical per aver concesso uno spazio sempre a partire da giovedi 7 marzo. Nelle giornate di venerdi 8 marzo, sabato 9 e domenica 10 marzo, i volontari saranno presenti in tutta la provincia presso: VITERBO (ASL, CENTRO COMMERCIALE TUSCIA, COOP MURIALDO, PIAZZA DEI CADUTI), TUSCANIA(INCOOP,CONAD), CIVITA CASTELLANA(PIAZZA MARCANTONI), VIGNANELLO(COOP), GROTTE DI CASTRO(BAR MARABOTTINI), GRAFFIGNANO(PIAZZA DEL COMUNE), VITORCHIANO(PIAZZA UMBERTO i), MONTEFIASCONE(PIAZZALE ROMA), TARQUINIA(PIAZZA CAVOUR), CELLENO(PIAZZA REPUBBLICA), CANEPINA, BARBARANO ROMANO (PIAZZA DIAZ), BOMARZO, BASSANO IN TEVERINA, VILLA SAN GIOVANNI IN TUSCIA,CIVITELLA D’AGLIANO. Si ringraziano anticipatamente tutti i volontari che con il loro prezioso supporto daranno un contributo importante per il raggiungimento degli obiettivi nazionali. Oltre a finanziare la ricerca scientifica, parte della raccolta fondi darà la possibilità di andare in continuità sui vari progetti territoriali approvati tra questi: supporto alla mobilità, supporto psicologico, percorsi di empowerment…

#Gardensia racconta l’impegno a vivere il presente con forza, grinta, gioia di tante donne, che come Cinzia, Barbara, Cristina e Antonella (ndr l’attrice Antonella Ferrari la madrina di AISM) combattono con ogni mezzo la propria malattia. Sono i loro gesti quotidiani a renderle grandi: l’impegno di essere moglie, di fare la mamma, di impegnarsi al lavoro e anche un po’ per gli altri, all’interno di ambiti di volontariato, di passioni, sport e teatro. E’ così che si costruisce il futuro, dice Barbara, giovanissima neo mamma: “è grazie al sostegno e l’assistenza di AISM, è grazie alle conoscenze che sono arrivate dalla ricerca scientifica, che una donna come me può fare progetti, credere in se stessa, vivere la propria quotidianità con gioia e impegno”.

E’ grazie all’esempio e all’impegno di molte donne che si sta disegnando il futuro. Accanto a loro, quest’anno si è unita Lorella Cuccarini, l’Associazione Trenta Ore per la Vita Onlus, oltre 10.000 volontari, le associazioni di volontariato, e tante altre iniziative. (aism.it/gardensia #Gardensia).

Lorella Cuccarini con Trenta Ore per la Vita, per le mamme con SM Volto di Bentornata Gardensia è Lorella Cuccarini legata ad AISM a un doppio filo. Gardensia è quest’anno anche uno tra gli eventi della manifestazione Trenta Ore per la Vita, giunta quest’anno alla sua 25ma edizione. A partire dal 25 febbraio, il noto evento televisivo che ha Lorella Cuccarini come sua testimonial e cofondatore, sarà dedicato alle donne con SM: i fondi raccolti con l’edizione 2019 di Trenta Ore per la Vita verranno destinati a servizi per le donne, in particolare alle mamme con SM, con il progetto “Sclerosi multipla: giovani mamme e bambini”. I fondi raccolti in passato, in quattro edizioni di Trenta Ore per la Vita hanno consentito un forte impulso all’attività di ricerca e di assistenza da parte i AISM. Dal 25 febbraio al 3 marzo la campagna di Trenta Ore per la Vita sarà ospitata dalle reti Rai; da lunedì 4 e fino all’11 marzo su La7. A sostegno della campagna anche il numero solidale 45591 attivo dal 25 febbraio al 17 marzo. Si potranno così donare 2 euro per ciascun SMS inviato (da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, CoopVoce e Tiscali), 5 euro per ciascuna chiamata da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile e 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali.

Cos’è la SM. Cronica, imprevedibile e invalidante, la sclerosi multipla è una delle più gravi più malattie del sistema nervoso centrale. Il 50% delle persone con SM è giovane e non ha ancora 40 anni. Colpisce le donne due volte più degli uomini. In Italia sono 118 mila le

persone colpite da sclerosi multipla, 3.400 nuovi casi ogni anno: 1 ogni 3 ore. La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate ma grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone con SM. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca.

Chi è AISM. L’AISM, insieme alla sua Fondazione (FISM) è l’unica organizzazione nel nostro Paese che da 50 anni interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla, indirizzando, sostenendo e promuovendo la ricerca scientifica, contribuendo ad accrescere la conoscenza della sclerosi multipla e dei bisogni delle persone con SM promuovendo servizi e trattamenti necessari per assicurare una migliore qualità di vita e affermando i loro diritti.

Commenta con il tuo account Facebook