Template by Pixartprinting

VITERBO Il 7 luglio 2018 Bagnaia ospiterà Re Lampone, prima edizione dell’evento dedicato a tutti appassionati di questo frutto, patrocinato dal Comune di Viterbo e dalla CCIAA di Viterbo. Re Lampone vuole legare il nome di Bagnaia alla crescente coltivazione del lampone, sviluppatasi negli ultimi anni suiMonti Cimini, ad opera di numerosi micro-agricoltori.

Sui rilievi di origine vulcanica alle spalle del borgo «le piante hanno trovato un microclima ideale –racconta Massimo Milioni, bagnaiolo appassionato–e producono lamponi buonissimi e bellissimi!»Re Lampone non è la solita sagra:«è la nostra dichiarazione d’amore per il luogo in cui viviamo. Abbiamo pensato questa festa per far vivere un’esperienza di bontà e bellezza anche a chi non ha la fortuna di “essere di Bagnaia”.

Ogni Bagnaiolo ha partecipato, mettendo a disposizione le proprie capacità, per far sentire a casa ogni visitatore, grande o piccino». Così Simone Pompei, presidente della Pro Loco Bagnaia 01031,descrive questo progetto di valorizzazione,realizzato dalle associazioni culturalidi Bagnaia: la Proloco, il Comitato per il Sacro Fuoco di Sant’Antonio, il Comitato Noe ce provamo (N.C.P.) e l’Associazione Amici di Bagnaia –Arte e Storia.

Il programma della giornata è pieno di appuntamenti: dalla mattina i visitatori potranno partecipare alle visite guidateal Borgo Medievale di Bagnaia e al Parco di Villa Lante. Dalle 17:00 apriranno il Mercato dei Lamponarie le Piazze del Dolce Lampone, dove troveranno lamponi freschi, raccolti in giornata, e dolci della tradizione bagnaiola in chiave “rosso lampone”! La Piazza del Castello sarà animata da laboratori del gusto a cura di Slow Food Viterbo e Tuscia e dal lamponeto didattico. In tutto il Borgo Medievale sarà allestita una mostra fotografica dedicata a Bagnaia e al lampone. Alle 20:00 la Braceria del Re Lamponeservirà un ricco menù di piatti salati, perché il lampone non è fatto solo per i dolci! In questa occasione Beer Shock presenterà la birra al lampone, prodotta in edizione limitata dal birrificio artigianale viterbese Free Lions.

«E se Re Lampone non vi basta –dichiara Massimiliano Biaggioli, produttore –abbiamo preparato Fuori Lampone, il programma delle iniziative collegate all’evento, organizzate nella provincia di Viterbo».Re Lampone è una festa basata sull’accessibilità. L’organizzazione ha utilizzato il font EasyReading® ad alta leggibilità per utenti dislessici e haattivato una collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi per svolgere le visite guidate nel Linguaggio dei Segni. «Le famiglie sono benvenute –continua Simone Pompei –abbiamo adibito Palazzo Gallo a Baby Pit Stope dotato di ciotole per i nostri amici animali ogni punto acqua. In Piazza XX Settembre abbiamo previsto una recharger stationper i dispositivi mobile». Anche la sostenibilità ambientale sta molto a cuore all’organizzazione: Re Lampone è un evento a basso impatto ambientale, grazie all’allestimento con materiali di “seconda vita” e candele, all’utilizzo di ecostovigliecompostabili e alla raccolta differenziata deirifiuti.

«Siamo anche contro la plastica –precisa Simone Pompei–per questo lanceremo l’iniziativa “acqua del sindaco”, segnalando tutti i punti di acqua potabile presenti nel paese». «Bagnaia e i Bagnaioli non vedono l’ora di accogliere tutti gli appassionati di lampone–conclude Massimiliano Biaggioli – che potranno partecipare al contest fotografico #effettoReLamponee vincere ricchi premi “lamponosi”».

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email