Dal 6 al 22 agosto, a Caprarola, si alza il sipario sulla 13° edizione del Festival di musica e teatro popolare “Di Voci e Di Suoni”. Un’edizione fortemente voluta dalla storica Compagnia Teatro Popolare “Peppino Liuzzi” che ha adattato la rassegna alle esigenze imposte dalle nuove normative.

Ecco quindi che cambia il format e la location, che quest’anno sarà il nuovo Teatro Don Paolo Stefani di Caprarola, nel cuore del centro storico. Il Teatro è dotato di un vero e proprio giardino pensile sotto le stelle, che accoglierà il pubblico in tutta sicurezza.

Quest’anno, gli organizzatori hanno deciso anche per l’ingresso gratuito a tutti gli spettacoli, come incentivo e forma di sostegno allo spettacolo dal vivo, duramente colpito nel corso degli ultimi mesi. Il programma è composto da quattro spettacoli: uno teatrale e tre musicali.

Si parte giovedì 6 agosto alle 21.30 con lo spettacolo teatrale “Sotto le stelle. Scalata in musica lungo lo stivale” con Agnese Fallongo e Tiziano Caputo, regia di Raffaele Latagliata. E’ la storia del sogno ardito di Tonino e Maria, che si lanciano nell’ardua impresa di cercare fama e successo scalando lo stivale in un viaggio reale e metaforico. Troveranno l’occasione di cambiare il proprio destino?

Sabato 8 agosto, sempre alle 21.30, si parte con il primo dei tre concerti. Saranno due vecchie “glorie” del Festival a salire nuovamente sul palco, il percussionista Andrea Piccioni e l’organettista Alessandro D’Alessandro, per la prima volta insieme in un progetto inedito. L’organetto elettronico di D’Alessandro si unirà ai tamburi a cornice del maestro Andrea Piccioni nel concerto intitolato “Fuoco e cenere”.

Il venerdì di ferragosto, 14 agosto, ore 21.30, un concerto da non perdere: Edoardo De Angelis e Michele Ascolese, con chitarre, bouzouki e voce, porteranno il pubblico a viaggiare tra le canzoni dei più grandi cantautori italiani. Lo spettacolo proposto, è tratto dal disco “Il cantautore necessario”, album che ha avuto come produttore d’eccezione Francesco De Gregori.

In chiusura, un gran finale sabato 22 agosto alle 21.30 con due grandi interpreti della musica e della cultura salentina e del Sud Italia, Rachele Andrioli e Rocco Nigro. Tra world music, tradizione e contemporaneità i due giovani artisti chiuderanno il Festival con il loro atteso concerto “Cosa sono le nuvole”.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito, tuttavia, vista la necessità di garantire un afflusso ordinato di persone e di mantenere i dovuti distanziamenti, si consiglia la prenotazione al numero 353 4106766 (anche via Whatsapp). Il Festival è realizzato in collaborazione con il Comune di Caprarola e con numerosi sponsor privati che, malgrado la difficile situazione del momento, hanno voluto comunque dare il loro sostegno alla manifestazione.

La finalità del Festival è infatti benefica: in 12 edizioni la Compagnia Peppino Liuzzi è riuscita a destinare ben 31.000 € all’associazione Amistrada, per progetti a sostegno delle ragazze e dei ragazzi di strada di Città del Guatemala. I ragazzi interessati dai progetti hanno potuto apprendere un mestiere e inserirsi con più facilità in contesti difficili come quelli dei quartieri popolari di Città del Guatemala grazie al supporto dell’associazione Mojoca, Movimiento de Jovenes de la Calle.