Al via le iniziative commemorative del settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri

Un ricco programma di eventi quello proposto dall’amministrazione comunale di Acquapendente, ad annunciarlo il sindaco, dott. Angelo Ghinassi: “ci piace pensare che nel 1300 Dante si sia recato a Roma in occasione del Giubileo e che, in quell’occasione, percorrendo la via Francigena, abbia attraversato anche la nostra città dove, allora come oggi, si trova conservata la copia più antica in Europa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. E recandosi a Roma per la Pasqua del 1300, potrebbe essersi trovato nel nostro territorio proprio in questi giorni, in cui, a ridosso del 25 marzo, si celebra, su iniziativa del Ministero dei Beni Culturali, il Dantedi”.

In stretta collaborazione con diverse realtà locali, l’amministrazione comunale propone una serie di eventi che prenderanno il via proprio il 25 marzo. Da una parte “In viaggio con Dante”, itinerario musicale sulla via Francigena promosso dall’Associazione Arisa che, ad Acquapendente, vede lo svolgimento di tre iniziative: in occasione del Venerdì Santo, l’esecuzione del Miserere di Gregorio Allegri, durante la stagione estiva, all’Anfiteateo Cordeschi, il concerto “In viaggio con Dante” del Francigena Musica e, a conclusione dell’anno dantesco, il 14 settembre, Santa Messa da Requiem.

Un’altra importante iniziativa è “Mi ritrovai in una selva oscura”, che prenderà il via il 18 aprile, promossa in collaborazione con l’associazione Teatro Boni APS e la Cooperativa l’Ape Regina.

L’iniziativa  prevede una visita teatralizzata del Bosco del Sasseto che, in occasione dell’evento, si trasformerà  nella selva attraversata da Dante nel suo viaggio ultraterreno, facendo da palcoscenico per la drammatizzazione di passi tratti dalle tre cantiche della Divina Commedia. Infine, anche la tradizione più sentita ad Acquapendente, quella legata ai festeggiamenti per la Madonna del Fiore e ai Pugnaloni, incontra quest’anno il sommo poeta con l’iniziativa “Un Pugnalone per Dante”, promossa dalla Pro Loco di Acquapendente, durante la quale verranno inoltre recitati i versi del trentatreesimo canto del Paradiso. Un programma in cui cultura, tradizione e natura si fondono per ricordare e celebrare la figura di Dante Alighieri, in occasione del VII centenario della morte.

Tutti gli eventi, in accordo con le disposizioni volte alla limitazione dei contagi da covid-19, saranno fruibili in streaming sui canali social del Comune di Acquapendente e delle associazioni coinvolte.