VITERBO – La Cisl Scuola di Viterbo nei giorni 7 e 8 Aprile conclude con successo in collaborazione con il Centro studi Erickson il percorso formativo sul metodo didattico “Apprendere al volo con il metodo analogico”. È un metodo di intervento ideato dal maestro Camillo Bortolato, insegnante e ricercatore, che applica all’apprendimento la percezione a colpo d’occhio.

Grazie alla sua immediatezza ed efficacia oggi è un metodo utilizzato in tantissime scuole dell’infanzia e della primaria.

Il percorso formativo è stato pensato e articolato in 3 fasi in collaborazione con diverse scuole della provincia. Un incontro iniziale informativo si è svolto il 1 settembre organizzato dall’Istituto Comprensivo “A.Molinaro” di Montefiascone che ha visto la partecipazione di circa 300 docenti di tutta la provincia. La seconda fase dei “laboratori formativi” è stata organizzata da 3 scuole: l’istituto Comprensivo “Fantappié” di Viterbo con la partecipazione di più di 700 docenti, l’Istituto Comprensivo “Pio Fedi” di Grotte S.Stefano con circa 200 docenti e l’Istituto Comprensivo “Paolo III” di Canino con altri 200 insegnanti. Questa conclusiva terza fase organizzata dall’Istituto “E.Monaci” di Soriano nel Cimino, prevede 2 giornate con l’eccezionale partecipazione della relatrice Mariarosa Fornasier stretta collaboratrice del maestro Bortolato chiude l’esperienza formativa di più di un migliaio di docenti della nostra provincia.

Il Segretario della Cisl Scuola di Viterbo Brunella Marconi esprime soddisfazione e gratitudine a tutti coloro che si sono adoperati affinché tutto questo sia riuscito con grande successo in particolare: i Dirigenti Scolastici Anna Grazia Pieragostini, Alessandro Ernestini, Maria Assunta Mezzanotte, Rosaria Troise e Emilia Conti, gli amministrativi di segreteria e i referenti del progetto delle rispettive scuole. Infine un grazie ai relatori Fausto Amenta, Manuela Orlandi e Maria Clarice Bracci per la loro professionalità e disponibilità.

Commenta con il tuo account Facebook