ORTE – C’è anche l’Associazione Culturale Veramente Orte tra le 14 realtà culturali della Tuscia che sono state selezionate per far parte del “Catalogo delle Buone Pratiche in ambito culturale”: uno strumento ideato dalla Regione Lazio per raccogliere e mettere a confronto le migliori esperienze culturali realizzate nel territorio regionale e per svolgere un ruolo di diffusione e promozione delle esperienze di qualità a supporto della programmazione regionale.

Veramente Orte ha partecipato all’“Avviso pubblico per la selezione di interventi e iniziative ai fini della raccolta, sistematizzazione e catalogazione di Buone Pratiche in ambito culturale” (D.Dirig. n. G06219 del 20 maggio 2015) con il supporto gratuito dell’Agenzia ACe20 di Orte che ha curato la redazione della candidatura, presentando il lavoro svolto nell’arco di 5 anni per il recupero, la valorizzazione e la promozione dei siti storico-archeologici di Orte Sotterranea, che costituiscono ormai una realtà consolidata a livello locale e nazionale.

“Essere parte delle 111 Buone Pratiche ammesse a far parte del “Catalogo delle Buone Pratiche in ambito culturale” della Regione Lazio è per noi un grande orgoglio” – ha affermato la Presidente dell’Associazione Alessandra Palombini – “ed è un riconoscimento al lavoro svolto in tutti questi anni dai nostri volontari con lo scopo di far conoscere a tutti le bellezze e le particolarità culturali della nostra città”.

L’Associazione Veramente Orte è impegnata dal 2011 nella promozione del patrimonio storico-artistico ed archeologico del Comune di Orte e collabora attivamente con il Museo Civico Archeologico nelle attività di ricerca, recupero, pulizia e valorizzazione dei siti, mettendo la passione, l’impegno e la professionalità dei suoi volontari al servizio del territorio e del suo sviluppo culturale.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email