VITERBO – “L’Associazione Nazionale Marinai d’Italia Gruppo di Viterbo celebrerà il 10 giugno prossimo, un duplice evento: la festa della Marina Militare e la commemorazione del centenario dell’impresa di Premuda, che vide protagonista il Capitano di Corvetta Luigi Rizzo.

Proprio cento anni or sono, di fronte all’isola di Premuda, Luigi Rizzo al comando del MAS 15 affondò con il siluro la corazzata Austroungarica Szent. Istvan ( S. Stefano ), azione che gli valse la seconda medaglia d’oro al Valor Militare.

Luigi Rizzo fu uomo di mare tanto in guerra come in pace: ha agito nella Regia Marina e in quella mercantile, nel Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico, come uomo politico, sindacalista, come uomo d’affari e manager di Stato. Ma forse il dato che, con più forza emerge, dalla ricostruzione della sua vita, delle sue straordinarie imprese, è la dimensione umana.

Un eroe non è tale se non è profondamente umano e legato alla sua terra. Rizzo è stato tutto questo, dalla gioventù fino allo scontro con l’occupante nazista che gli costò una dura deportazione in Germania. Virtù civili e militari, senso di attaccamento alla propria terra, coraggio e coerenza.

Tutto ciò lo consegna alla memoria comune come un uomo che non è nato su un altro pianeta o Oltralpe. Rizzo era nato in Italia: stupirsene vuol dire non conoscere né lui né questo Paese. Muore a Roma il 27 giugno 1951.

Dopo la S. Messa celebrata nella chiesa di S. Maria della Verità, alle ore 12 circa, si svolgerà la cerimonia commemorativa al Monumento dei Caduti del Mare in Piazza Vittorio Veneto a Viterbo, alla presenza dell’Ammiraglio Stefano Mastro di casa, Delegato Regionale dell’Associazione”.

Luigi Rizzo
Presidente Gruppo Viterbo Associazione Marinai d’Italia
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email