TARQUINIA – l’Assonautica di Tarquinia è stata protagonista indiscussa durante il Dart18, rinomato evento nel panorama velico italiano che quest’anno si è svolta nella tre giorni dal 17 al 19 giugno.

 

Il nome di questo evento, che identifica un tipo specifico di catamarano – il Dart 18 catamaran per l’appunto – nasce da un progetto che ha avuto i suoi natali in Inghilterra, precisamente da un’idea di Rodney March che nel 1975 ha designato un catamarano la cui manovrabilità fosse alla portata di molti .

 

Il catamarano in oggetto, infatti, è sicuro, manovrabile e facilmente trasportabile da un equipaggio composto da due persone: un prodiere ed un timoniere. Nella precedente intervista a Giorgio Vincenti, il segretario Nazionale  della classe DART 18 attribuisce oltre al valore sportivo, ha definito tale barca uno stile di vita .

 

Il presidente Signori (foto)  intervenuto all’evento per la premiazione si è congratulato con tutti gli equipaggi, oltre 20 team tra i più forti d’Italia che si erano già dati battaglia nel mese di maggio a Punta Ala. Tra i tanti in regata , anche Alessandro Cesarini, velista tarquiniese, lo scorso anno argento all’Europeo Under 21 Hobie Cat 26 Spi e campione italiano di categoria. Il Presidente ha inoltre portato i saluti della Camera di Commercio di Viterbo, congratulandosi per tutti gli eventi che Delegazione di Tarquinia sta facendo e che  farà, confermando la vicinanza dell’ ente a tali manifestazioni che sono basilari per lo sviluppo del concetto, della filosofia che Assonautica ha interessi culturali, sociali, sportivi, divulgativi .

 

Signori non ha tralasciato la centralità di riservare interesse e attenzione alla costa viterbese, confermando inoltre il plauso all’attuale dirigenza locale in cui sono seduti Marco Napoletano, Giorgio Vincenti, Luigi Bellucci, Claudio e Luciano Cesarini. Manifestazioni di tale entità devono essere sempre portate alla giusta attenzione per l’altissima qualità degli intervenuti, dei dirigenti , delle eventi che vengono organizzati e delle finalità che Assonautica come associazione sostiene, sorregge e divulga.

 

Il presidente, a chiusura dell’intervento, ha augurato un buon lavoro a tutti, con un proseguo sempre di maggiore crescita, auspicando che, anche per osmosi, altre associazioni simili possano cooperare con le stese identiche finalità.

Commenta con il tuo account Facebook