Si è svolta questa mattina, presso la Cattedrale di San Lorenzo di Viterbo, la funzione religiosa del Precetto Pasquale per tutte le componenti militari del Presidio cui fa capo il Comando Aviazione dell’Esercito.

La Celebrazione Eucaristica ha coinvolto oltre al Comandante dell’Aviazione dell’Esercito, Generale di Brigata Paolo RICCÒ anche numerose rappresentanze civili e militari presenti sul territorio, le Autorità locali, i Comandanti dei Reparti dislocati su Viterbo e tra i presenti anche una rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

La Santa Messa, officiata dal Vescovo di Viterbo, Sua Eccellenza Monsignor Lino FUMAGALLI, ha voluto rappresentare per i convenuti un momento di incontro e condivisione di fede.

Durante l’omelia, Monsignor FUMAGALLI, ha sottolineato come: “l’amore del Signore ci rende nuove creature e ci permette di essere portatori di questo valore fondamentale dell’uomo grazie al quale possiamo essere liberi costruttori di pace e civiltà”.

Al termine delle celebrazioni, le parole del Generale Riccò che, in qualità di Comandante di Presidio, ha rivolto a tutti i presenti un sentito augurio per le prossime festività pasquali, sottolineando come: “ la pace sia un bene prezioso che dovrebbe appartenere a tutti e gli uomini e le donne delle Forze Armate operano ogni giorno al servizio del nostro Paese con impegno, determinazione e spirito di sacrificio, proprio per assicurare questo bene a tutta la comunità”.

Termina così questa giornata di celebrazione che ogni anno unisce i militari e la città di Viterbo in un legame volto a rafforzare quel sentimento di appartenenza e cooperazione tipico di chi opera per il bene della collettività.