VITERBO – C’era una volta il Natale, presentate questa mattina a Palazzo dei Priori le iniziative che dall’8 dicembre al 6 gennaio si susseguiranno alla basilica di Santa Maria della Quercia.

Gli eventi sono organizzati e promossi dalla Pro Loco Viterbo e dallo stesso Santuario Santa Maria della Quercia, in collaborazione con la Asl, con il patrocinio del Comune di Viterbo e con il sostegno di Confartigianato. A illustrare i dettagli sono stati Don Massimiliano Balsi, parroco e rettore del santuario, Irene Temperini, presidente della Pro Loco Viterbo e Giovanni Chiatti, dirigente del servizio veterinario Asl. Presente alla conferenza anche il sindaco Leonardo Michelini, che ha più volte ringraziato gli organizzatori per aver messo in piedi una serie di iniziative capaci di creare una positiva commistione tra realtà civica e religiosa, ma anche per far riscoprire i veri valori del Natale all’interno di un luogo prestigioso e importante come la basilica di Santa Maria della Quercia.

Nei prossimi giorni verrà collocato in piazza del Santuario l’albero di Natale, messo a disposizione dal Comune di Viterbo. Gli eventi partiranno l’8 dicembre con l’inaugurazione della diciassettesima mostra dei 100 presepi nel Chiostro (chiostro della Cisterna), ideata da Carlo Zena. Lo stesso giorno, nel Chiostro Grande (del Vignola) verrà inaugurato anche il mercatino di Natale, di artigiani e hobbisti (iniziativa che si ripeterà nei giorni 9-10-11 e 17-18 dicembre). Numerosi gli eventi a corollario delle attività nei Chiostri. Preziosa a tal proposito la partecipazione della Asl di Viterbo che, come tutti gli anni, collaborerà con la Pro Loco. Previsti per questa edizione laboratori per bambini, a cura di medici veterinari, dedicati alla sicurezza e all’educazione alimentare. Il 19 dicembre alle 15 al Parco dell’Oratorio in strada Respoglio si parlerà del cavallo e del battesimo della sella, il 21 dicembre alle 16, nella sala del Pellegrino si farà il formaggio, mentre il 4 gennaio alle 16, sempre nella sala del Pellegrino si tratterà l’argomento dei batteri. Sabato 10 dicembre alle 15.30 è in programma la visita guidata al Complesso, con la riapertura, dopo anni, del sorprendente Museo degli ex voto, luogo in cui sono conservati tantissimi oggetti davvero straordinari: paramenti sacri di assoluto pregio, come quello in broccato rosso dono di Papa Gregorio XIII, le bandiere turche del comandante della flotta d’Austria, il pennone della battaglia di Lepanto, donato da Papa San Pio V alla Madonna della Quercia, e ovviamente i 206 ex voto, tavolette lignee raffiguranti i miracoli concessi dalla Madonna della Quercia, dal ‘400 all’‘800. Domenica 11 dicembre alle 16, nella sala del Pellegrino è in programma l’iniziativa “Il Presepio, storia, tradizione e curiosità”, incontro sul significato del presepio e sulla sua storia, con uno dei più grandi presepisti italiani, Silvio Bulli, curatore per anni del presepe allestito all’interno della stazione Termini a Roma. Sabato 17 dicembre alle 17 sarà la volta della presentazione del libro “Il Mirandò”, di Giovanni Chiatti, ovvero la tradizione cristiana, il mangiare di magro, la vigilia di Natale, insieme al direttore del servizio veterinario della Asl di Viterbo. Alle 21, nel Coro della Basilica, “La Novella Buona”, a cura del Fanalino di Coda, su testi di Erri De Luca, Alda Merini e Fabrizio de Andrè. Domenica 18 dicembre, alle 15, all’interno della Basilica, il “Concerto di Natale”, eseguito dalla banda dell’Arma dei Carabinieri grazie alla Banca di Viterbo. Da non perdere inoltre gli appuntamenti con il Presepe vivente il 26 dicembre e il 6 gennaio, alle 16 e alle 18 al Parco dell’Oratorio. Tutto il programma è consultabile sulla pagina Facebook Pro Loco Viterbo.

natale_la_quercia

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email