VITERBO Dopo il grande successo del loro evento “Omaggio a Viterbo, la Città dei Papi”, le sorelle musiciste e Terziarie francescane Daniela e Raffaella Sabatini proseguono alla Sala Mendel del Convento dei Padri Agostiniani della Ss. Trinità (piazza della Trinità) la rassegna “Viterbium in Musica” ideata e diretta dalle stesse Sabatini e nota anche in àmbito internazionale quale unico evento artistico-musicale dedicato al Giubileo straordinario della Diocesi di Viterbo.

Domenica 8 luglio alle ore 21 il Duo “Ut Unum Sint – Strumenti di Pace” delle sorelle Sabatini terrà un importante concerto celebrativo dedicato al 350° anniversario della nascita di San Crispino da Viterbo, il primo Santo canonizzato da San Giovanni Paolo II, eseguendo in prima assoluta l’ ampia composizione “Fioretti di San Crispino da Viterbo” espressamente scritta per l’ occasione dalla pianista e compositrice Daniela Sabatini e che si pone inoltre quale prima “biografia musicale” del Santo viterbese, il cui nome era appunto Pietro Fioretti, dalla sua nascita alla contrada Bottarone di Viterbo nel 1668 fino alla traslazione nel 1983 Convento di San Paolo dei Cappuccini dove attualmente riposa.

Impresa non facile ma di cui Daniela Sabatini è autentica specialista, come evidenziano altre sue precedenti opere musicali dedicate alla Madonna della Quercia, alla Madonna Liberatrice, e biografie musicali incentrate su Santi del comprensorio viterbese quali S. Rosa, S. Bonaventura da Bagnoregio, ed il Beato Giacomo da Viterbo.

Con questo concerto prosegue inoltre la programmazione estiva degli eventi artistico-musicali che le sorelle Daniela e Raffaella Sabatini terranno come docenti con la loro “De Musica Academia” alla Sala Mendel e che prevede nel periodo luglio-agosto i Seminari di studi “De Musica“ ideati dalle stesse sorelle Sabatini per offrire gratuitamente a tutti, musicisti e non, un “cammino di perfezione” basato, attraverso Conferenze-concerto e MasterClasses, sui capolavori musicali e su meditazioni dal “De Musica” ed altri testi di S. Agostino.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email