CORCHIANO – Operazione riuscita per il Fescennium 5.1 andato in scena sabato a Corchiano. Nel perseguimento dell’obiettivo strategico di aumentare la resilienza della comunità in risposta a disastri e crisi naturali, la Croce Rossa Italiana locale e provinciale, in collaborazione con la Protezione Civile, ha messo in mostra una esercitazione d’intervento in caso di evento sismico. Coinvolti bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria del posto, oltre alla popolazione.

 

Ben 90 volontari CRI, sia del gruppo locale sia provenienti dai vari comitati della provincia (divisi tra soccorsi speciali, soccorritori, addetti alla logistica, medico, psicologo, infermieri, simulatori, truccatori, squadre di ricerca dispersi a piedi) si sono adoperati in mattinata nell’evacuazione di due plessi scolastici e relativa simulazione di assistenza sanitaria. Per tali interventi, tra le varie attrezzature, sono stati messi a disposizione anche 4 ambulanze, una tenda pneumatica per la creazione di un posto medico avanzato, 1 ponte radio con relative radiotrasmittenti e specifiche attrezzature di soccorso in zone impervie.

 

La primaria G.Marconi e la secondaria di primo grado C.Urbani di Corchiano gli scenari. Protagonisti dell’esercitazione dunque anche i bambini i quali hanno poi potuto assistere allo sviluppo della catena dei soccorsi in caso di eventi catastrofici. Catena coordinata da un campo base con sala operativa, supporto e sostegno psicologico, segreteria, mensa ed attività per i giovani (ludoteca e painting face). Simulazione che nel pomeriggio ha coinvolto anche l’intera popolazione con scenari sulle principali piazze del paese ed intervento delle squadre speciali di ricerca e di soccorso di Protezione Civile e Croce Rossa.

 

Insomma una giornata di formazione per tutti i Volontari protagonisti ma dove anche il cittadino ha potuto comprendere come si comporterà la catena dei soccorsi in caso di calamità naturali.

 

DSCN7966

 

GOPR0322

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email