RONCIGLIONE – Giovedì 30 agosto la città di Ronciglione è stata invasa da una lunga scia umana colorata di bianco, fatta gioia, sudore e sorrisi.

Oltre 600 persone hanno dato vita con successo alla 2° edizione di “CorriAmo Ronciglione”, la manifestazione podistica di beneficenza ideata dalla ronciglionese Laura Sperati, patrocinata dal Comune di Ronciglione in collaborazione con la Di Marco Sport di Viterbo, che sostiene la ricerca scientifica sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica e la battaglia di Luca Pulino, affetto da questa patologia.

Tantissimi gli iscritti, più di quelli registrati nella prima edizione, hanno intrapreso i tre percorsi previsti, quello competitivo di 8 km, quello non competitivo di 5km e la passeggiata turistica con guida nei borghi del paese. Non solo ronciglionesi e capranichesi, concittadini di Luca Pulino, ma tantissimi i partecipanti provenienti da tutti i paesi limitrofi, perfino dalla capitale. In prima linea anche il sindaco Mario Mengoni, in sella alla sua bici per monitorare i percorsi insieme ai ciclisti dell’associazione “Bicizingari”. In maglia bianca anche gli assessori Aramini Vettori, Luzzitelli, Orlandi ed i consiglieri Olivieri e Scialanca.

Il “Via” è stato dato dallo stesso Luca, attraverso le parole di Laura Sperati, lettrice commossa della lettera che egli ha voluto dedicare a tutte le persone accorse a sostenere la sua causa.

Tra coloro che hanno donato il proprio sudore e la propria fatica agonistica, si sono distinti i vincitori e le vincitrici di questo 2° Trofeo “CorriAmo Ronciglione”, premiati dal sindaco e dagli assessori a fine gara. Sul podio maschile: Taddei Roberto, Di Marco Sport, con un tempo di 29’45”; Marini Agostini Andrea, Di Marco Sport, 30’26”; Puccilli Marco, Alsium Ladispoli, 30’44”. Sul podio femminile: Peruzzi Laura, Atletica Monte Mario, 36’06”; Governatori Giovanna, Polisportiva Montalto, 36’46”; Berni Rosa, Uisp Viterbo, 37’00”. Si è aggiunto anche un premio al primo classificato della non competitiva, donato dalla famiglia Ciabocco in memoria di Pietro Giovanni Ciabocco, ronciglionese morto di SLA recentemente.

A fine gara è stato offerto un rinfresco a tutti i partecipanti dagli sponsor Di Più e Coop Ronciglione, in collaborazione con la Pro Loco e l’associazione 1728.

Le 658 iscrizioni, unite alle numerose donazioni, hanno portato a ricavare più di 4,000 euro, di cui verrà pubblicato il bonifico del versamento sulla pagina facebook dell’evento “2°Trofeo Corriamoronciglione” e data copia Comune di Ronciglione.

“Il successo della “CorriAmo Ronciglione” – ha commentato l’organizzatrice della manifestazione, Laura Sperati – dimostra come la gioia di avere ancora un’opportunità di vita porti Luca ad esprimersi oltre il letto che lo tiene immobile e fisicamente inattivo da tanti anni, espandendosi anche attraverso gli altri. Questa manifestazione vuole essere un ponte per far conoscere a più persone possibili, malate e non, quanto si possa essere felici di vivere anche in condizioni disperate. Ritengo che Luca sia un esempio di forza vitale, da “esportare”oltre Capranica, paese in cui vive, e che la sua storia debba espandersi a macchia d’olio. A differenza delle gare podistiche che disputo abitualmente, questo traguardo l’ho raggiunto da spettatrice, facendomi occhi e voce di Luca. Viva chi capisce quanto fascino ci sia anche nel buio e quanto si possa colorarlo: giovedì noi lo abbiamo fatto, ognuno con il proprio passo, ognuno con i suoi più intimi pensieri”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email