Con Delibera di giunta il Comune di Acquapendente approva la seguente carta dei servizi Biblioteca Comunale:

Principi generali  La Carta dei servizi della Biblioteca è lo strumento che:  • garantisce l’orientamento della struttura bibliotecaria a favore delle esigenze degli utenti;  • stabilisce diritti e doveri degli utenti e gli impegni della Biblioteca sulle modalità di erogazione dei servizi offerti.  Nel fornire i propri servizi la Biblioteca si ispira ai principi di imparzialità e uguaglianza enunciati nello Statuto della Regione Lazio e nel Manifesto IFLA/UNESCO sulle biblioteche pubbliche.  La Biblioteca garantisce accesso a chiunque senza distinzione di etnia, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale. L’accesso alla Biblioteca, la consultazione, nonché i servizi di reference e di prestito dei documenti sono gratuiti. La Biblioteca sostiene la formazione, lo studio e la ricerca e contribuisce ad accrescere la consapevolezza dell’eredità culturale e a trasmetterla alle generazioni future. La Biblioteca persegue la cooperazione tra le Biblioteche e la condivisione delle risorse bibliotecarie e documentali a partire dalla rete delle Biblioteche del Polo a cui appartiene, nell’ambito del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN).

La Biblioteca: storia e patrimonio  La Biblioteca si è costituita a partire dal 1979. La Biblioteca è parte integrante dell’Organizzazione Bibliotecaria Regionale e aderisce al Polo  RL1. E’ Biblioteca referente del Sistema Bibliotecario Lago di Bolsena Il patrimonio bibliografico e audiovisivo è attualmente composto daoltre 33.000tra volumi, periodici e audiovisivi, su qualunque supporto, la maggior parte dei quali collocati a scaffale aperto. Condivide la sede, realizzata in parte della struttura ottocentesca costruita per ospitare i lavatoi pubblici, con l’Archivio storico fino al 1950.

Accesso e orario  La Biblioteca è priva di barriere architettoniche. Gli utenti possono accedere liberamente ai seguenti servizi: consultazione in sala a scaffale aperto, emeroteca, informazioni bibliografiche e prestito. La Biblioteca è aperta al pubblico per n. 6 giorni settimanali per un totale di ore di apertura 32.30  a settimana durante il periodo scolastico e di 24 ore durante il periodo estivo. L’orario di apertura è pubblicizzato all’ingresso e sul sito web della Biblioteca. Ogni eventuale cambiamento di orario viene tempestivamente comunicato al pubblico, in Biblioteca e nel sito web. Gli utenti della Biblioteca devono tenere un comportamento corretto, non danneggiare il patrimonio, non disturbare l’attività di studio ed osservare le norme previste nel Regolamento, di cui è affissa copia nella Biblioteca ed è pubblicato sul sito web.

Consultazione  La consultazione viene resa agevole con i volumi sono collocati a scaffale aperto per consentire ai lettori la possibilità di accesso diretto ai documenti; anche per la consultazione va preferita la suddivisione per area disciplinare secondo la Classificazione decimale Dewey per facilitare un approccio tematico da parte degli utenti. I documenti non collocati a scaffale aperto sono consultabili su richiesta e la consegna viene effettuata entro il tempo massimo di 10 minuti. I periodici sono consultabili soltanto in sede; l’ultimo numero di ciascuna testata è collocato nell’apposito espositore o comunque ha massima visibilità ed è a consultazione libera, mentre i fascicoli arretrati vanno richiesti agli operatori. La Biblioteca assicura agli utenti l’assistenza per le necessità informative e per l’accesso ai servizi offerti. Per la consultazione del Catalogo del Polo SBN sono disponibili 3 postazioni riservate agli utenti. Gli utenti, una volta ultimata la consultazione, devono lasciare sui tavoli della sala di lettura i documenti utilizzati che verranno ricollocati dal personale della Biblioteca. L’utente può chiedere al personale di tenere a disposizione per sette giorni uno o più volumi per ulteriori successive consultazioni. Il lettore è tenuto a trattare con la massima cura tutti i documenti ricevuti in consultazione. Nel caso in cui danni o atti di negligenza rendano il documento inutilizzabile per la consultazione, l’utente è tenuto al riacquisto immediato. Se il libro non è più reperibile perché fuori commercio, l’utente è tenuto a rifondere la Biblioteca con un rimborso pari al suo valore di mercato.

Servizio di reference La Biblioteca fornisce un servizio di informazione agli utenti sul proprio patrimonio bibliografico, sull’attività della Biblioteca, offre, altresì, consulenze bibliografiche e assistenza alla consultazione dei cataloghi online e alla ricerca nei cataloghi di altre biblioteche e nelle banche dati che la Biblioteca mette a disposizione. il personale offre il proprio aiuto nel rispetto dei differenti bisogni informativi e culturali degli utenti. Il servizio di informazione bibliografica e di assistenza agli utenti è gratuito e garantito per tutto il tempo di apertura della Biblioteca. La Biblioteca risponde, di norma entro la giornata lavorativa, anche a richieste di informazione bibliografica e di ricerche pervenute via e-mail o per posta. Nel caso in cui l’informazione non sia reperibile in tempi brevi, l’utente è comunque ricontattato e messo a conoscenza dei tempi utili per ottenere il risultato della ricerca (entro tre giorni). Qualora l’informazione non possa essere reperita in Biblioteca, si forniscono le necessarie istruzioni affinché l’utente stesso possa rivolgersi ad altra istituzione in grado di soddisfare la richiesta. Nel caso di quesiti molto specifici e non attinenti le materie di competenza della Biblioteca sono offerti unicamente suggerimenti generali per eventuali approfondimenti e indicazioni sulle fonti per ottenere l’informazione desiderata.

Rete Internet  L’accesso a Internet in Biblioteca è limitato alle sole risorse attinenti la ricerca bibliografica e documentaria. Il catalogo della Biblioteca è consultabile online attraverso l’OPAC di Polo o dell’Indice. Per la consultazione in sede la Biblioteca mette a disposizione n. 3 computer per accedere a tali servizi. Il personale della Biblioteca offre assistenza di base sui principali comandi per la ricerca bibliografica, con particolare riferimento ai cataloghi in linea. È possibile salvare gli esiti delle proprie ricerche bibliografiche se l’utente è registrato.

Prestito locale  I volumi in precario stato di conservazione, nonché i fascicoli dei periodici sono esclusi dal prestito. La disciplina del prestito si applica all’utenza interna (personale della biblioteca) con le specifiche seguenti:  1. per gli utenti interni il prestito ha una durata commisurata allo svolgimento delle attività svolte per conto della Biblioteca, del Comune, della Regione;  2. nel caso di utenza esterna il prestito è consentito solo per un massimo di tre volumi per utente e ha una durata di trenta giorni e, in assenza di prenotazioni, può essere rinnovato per un ulteriore periodo dì quindici giorni. Il prestito è strettamente personale; per poterne usufruirne è necessaria l’iscrizione/associazione alla Biblioteca, fornendo, a richiesta del personale, idoneo documento di riconoscimento (tessera di una Biblioteca e/o documento d’identità). Il lettore è tenuto: a rispondere dei documenti, controllandone l’integrità all’atto della registrazione del prestito; è tenuto a conservare correttamente i volumi – sono vietate le sottolineature di testo e qualsiasi altro tipo di danneggiamento – e a restituirli nei tempi previsti. In caso di danneggiamento, smarrimento o mancata restituzione dei volumi avuti a prestito, l’utente dovrà provvedere al risarcimento del danno pari al valore attuale di mercato. Nel caso il prestito scada in un giorno di chiusura della Biblioteca, si considera valido per la restituzione il primo giorno di riapertura successivo. In caso di mancata restituzione alla scadenza del prestito e dopo cinque giorni dall’invio, da parte della Biblioteca, di una comunicazione di sollecito, l’utente esterno non può accedere ad altri prestiti fino al momento in cui regolarizzi la propria posizione e restituendo i documenti. Trascorsi trenta giorni dall’invio del sollecito, l’utente viene sospeso dal servizio di prestito per un periodo pari al doppio del tempo del ritardo al momento della consegna del documento. La Biblioteca, per motivate esigenze di studio e ricerca, può autorizzare prestiti straordinari di opere normalmente non ammesse al prestito per un periodo massimo di quindici giorni. L’eventuale rinnovo del prestito per l’utente esterno è concesso per una sola volta e per la durata di quindici giorni. Il rinnovo può avvenire in sede entro la data di scadenza del prestito; oppure telefonicamente o tramite mail entro l’orario di apertura del giorno lavorativo precedente a quello di scadenza. Il rinnovo non è concesso per i volumi richiesti da parte di altri utenti. Se l’utente smarrisce o danneggia un documento è tenuto al riacquisto dell’opera; la Biblioteca rimane comunque proprietaria del documento danneggiato. Se il libro non è più reperibile perché fuori commercio, l’utente è tenuto a rifondere la Biblioteca con un rimborso pari al valore attuale di mercato. I servizi di prestito, richiesta e restituzione dei documenti terminano 10 minuti prima della chiusura.

Prestito interbibliotecario e Document Delivery  I servizi vengono effettuati, di norma in regime di reciproca gratuità, nel rispetto delle norme vigenti in materia di diritto d’autore e della corretta conservazione del documento stesso. Possono avvenire anche a titolo oneroso e se a carico dell’utente, quest’ultimo deve essere informato con congruo anticipo. Le richieste si accettano in sede (mediante apposito modulo cartaceo) oppure tramite posta elettronica all’indirizzo:[email protected] indicando il motivo della richiesta del servizio e i propri recapiti. La Biblioteca assicura il prestito interbibliotecario in uscita e in entrata.  La durata del prestito interbibliotecario è di trenta giorni e non è rinnovabile. L’utente e la biblioteca richiedente sono tenuti a conservare correttamente i documenti ricevuti in prestito interbibliotecario e a restituirli nei tempi previsti. In caso di danno o smarrimento, utenti e biblioteca richiedente si atterranno alle condizioni previste dal regolamento della Biblioteca prestante.  I documenti ottenuti in prestito interbibliotecario possono essere dati in prestito o consultati in sede dietro disposizione della biblioteca prestante. La Biblioteca effettua il servizio di document delivery, cioè riproduce e invia i documenti richiesti alle Biblioteche che ne fanno richiesta, nel rispetto della legislazione e della normativa vigente in materia di diritto d’autore.  Il personale della Biblioteca fornisce risposta sulla disponibilità dei documenti di norma, entro un giorno lavorativo dalla richiesta e, in caso di risposta positiva, entro i successivi due giorni lavorativi provvede alla spedizione. Sono esclusi dal servizio tutti i documenti che possono subire danno dalla riproduzione fotostatica. La Biblioteca effettua il servizio di richiesta di document delivery ad altre Biblioteche nel caso in cui il documento non sia reperibile.

Riproduzioni  La Biblioteca può non fornire il servizio di fotoriproduzione. Se lo fornisce deve predisporre in Biblioteca l’attrezzatura per l’attività di reprografia che è a titolo oneroso.

Suggerimenti d’acquisto  Alla Biblioteca possono essere inviati suggerimenti d’acquisto da parte degli utenti tramite la compilazione dell’apposito modulo o tramite e-mail all’indirizzo [email protected]. Il responsabile della Biblioteca valuta le proposte sulla base della coerenza della richiesta con la fisionomia e le finalità della Biblioteca e delle disponibilità economiche.

Attività culturali  Presso la Biblioteca possono essere svolte attività di promozione della lettura, di approfondimento, di divulgazione e promozione della conoscenza sulle tematiche relative ai beni culturali anche in collaborazione con altre istituzioni. Tali attività sono pubblicizzate presso la sede della Biblioteca e sul sito web.

Donazioni  Il responsabile della conduzione della Biblioteca pone in essere, per quanto di sua competenza, gli adempimenti necessari ai sensi del codice civile per accettare le donazioni di singoli documenti o di raccolte da parte di privati cittadini, enti e associazioni nel caso in cui la loro acquisizione sia coerente con la natura e le finalità della Biblioteca, in particolare quando arricchiscano e integrino le collezioni già esistenti. Spetta comunque al responsabile della conduzione della Biblioteca la facoltà di proporre di non procedere a quanto necessario per l’accettazione della donazione quando questa non sia coerente con la natura e le finalità della Biblioteca e quando sussistano problemi di disponibilità di spazio, fino a quando gli stessi non siano risolti.

Reclami e suggerimenti  Gli utenti possono segnalare al responsabile della conduzione della Biblioteca eventuali disservizi riscontrati e/o fornire suggerimenti per migliorare i servizi offerti. Reclami e segnalazioni possono essere inviati, direttamente o telefonicamente, al responsabile della conduzione della Biblioteca, oppure in forma scritta e/o all’indirizzo e-mail.Il responsabile da motivata risposta entro e non oltre sette giorni dalla ricezione del reclamo stesso.

La comunicazione con l’utente  La Biblioteca mette a disposizione dell’utente vari canali di comunicazione ed informazione, aggiuntivi rispetto al contatto diretto degli operatori, per favorire l’uso dei propri servizi, come ad esempio il sito web, la posta elettronica, servizi online attivi attraverso il Catalogo SBN.  La presente Carta, esposta nei locali della Biblioteca è pubblicata sul portale della Regione Lazio alla pagina dedicata alle Biblioteche e può sempre essere aggiornata in caso di modifiche dei servizi sopra descritti e della normativa di riferimento.