ACQUAPENDENTE – Come da programma, la sera dell’8 agosto 2015, con alcuni minuti di ritardo, per le condizioni meteo, si è svolto nella Piazza Girolamo Fabrizio di Acquapendente, l’Evento-Spettacolo, Organizzato dalla APSC Arte Moda Cultura in collaborazione con il Comune di Acquapendente, la Pro Loco e l’Associazione Km 141, dal titolo “Arisa… l’Andato che Ritorna”.

 

Malgrado le condizioni meteo non favorevoli, con la pioggia sempre incombente, anche durante le prove, molti cittadini hanno assisto all’evento. All’inizio della manifestazione è stato annunciato il Concorso Pubblico a premi in denaro per chi fornirà informazioni precise sulla individuazione di reperti archeologici andati dispersi: 1) Una statuetta in bronzo di Fauno Giovinetto in stile greco; 2) Un candelabro di bronzo di 41 cm; 3) Uno specchio con impresso un Ercole, un leonino, una clava e Mercurio; 4) Un grande Boccale; 5) Due bacili; 6) Due colatoi ed altri reperti archeologici molto importanti, risalenti al II^ Secolo a.C. e custoditi sino al 1885, presso il Palazzo Piccioni di Acquapendente, questo è quanto risulta dalle Descrizioni del Gamurrini durante l’opera di registrazione sul Territorio Nazionale.

 

Il conduttore dello spettacolo Angelo Blasetti ha consegnato in carta pergamena al Sindaco un testo dal titolo “ARISA” , la storia di Acquapendente, di Claudio Cianchella, in omaggio alla Cittadina di Acquapendente. L’evento è stato distinto dalle incantevoli performance, alcune inedite, della cantautrice Roberta Cristofori; dalle straordinarie performance della coreografa-danzatrice Caterina Genta; dalle recitazioni dell’attore Angelo Blasetti (conduttore) e da Serena Venanzi di Acquapendente, che narrano la storia del glorioso popolo di Acquapendente.

 

Altri momenti scenografici ed artistici, anche questi apprezzati da un pubblico molto tenace e competente, sono stati quelli del défilé di moda, le cui coreografie sono state curate da Nunzia Cianchella e dalla grande professionalità e bravura della scenografa-modella Federica Tossini; Simone Frangipane; Silvia Sera; Beatrice Serafini; Andrefa Anca Dragan; Federica Di Fonzo.

Commenta con il tuo account Facebook