Sono circa una sessantina i volontari del Comitato Corteo Storico di Santa Rosa che,  spinti dalla fede per Santa Patrona della Città di Viterbo, hanno coltivato con passione una brillante idea: il progetto Corteo Experience, un percorso guidato tra i costumi, le foto ed i bozzetti custoditi e pronti per il 2 settembre e per il giorno 28 e 30 agosto dalle 21 in poi all’interno della Basilica di Santa Rosa.

“Minuziosa la ricerca dei tessuti adatti e la realizzazione delle armi, delle corazze e delle armature preparate con gli antichi metodi di produzione. Con il trascorrere degli anni, il corteo si è arricchito, con l’aggiunta di altri costumi , fino al 1800”- spiega Neri, il decano del Comitato.

Suggestiva la passeggiata attraverso l’immenso forziere al lato della Basilica, dove costumi e accessori, disposti in un preciso ordine, possono essere ammirati a pochi centimetri. 

Il Corteo Storico di Santa Rosa sfila per le vie di Viterbo ed accompagna, in una prestigiosa cerimonia che evidenzia l’aspetto più intimo e religioso dei festeggiamenti, la Solenne Processione con il Cuore di santa Rosa. Questa rinnova l’antica usanza -tutt’oggi seguita- che vedeva le autorità cittadine, insieme al clero, recarsi a rendere omaggio alla Patrona, come deliberato nel 1512 dal Consiglio dei Quaranta.  

Il Corteo Storico è attualmente composto da circa 310 figuranti e 130  bambine, nelle vesti dei “Boccioli di S. Rosa”. I sontuosi abiti medioevali e rinascimentali indossati dai figuranti rappresentano le cariche civili, militari ed ecclesiastiche più importanti del Comune nel corso dei vari secoli, a partire dal 1200 fino ad arrivare al 1800.

L’imponente organizzazione che opera alle spalle di questa manifestazione si compone di numerosi artigiani che si occupano della manifattura degli accessori e degli abiti, della realizzazione delle acconciature per riprodurre fedelmente ogni particolare. Ad occuparsi delle piccole riparazioni, uno stuolo esperte, anche loro volontarie.

Un appuntamento da non perdere per viterbesi e turisti; i visitatori potranno, altresì, guardare dei filmati inediti sul Corteo Storico.