Il Direttore del Gruppo Archeologico Città di Tuscania, Alessandro Tizi, annuncia che le giornate di apertura straordinaria della Necropoli etrusca della Peschiera e dell’area della Tomba a Dado hanno riscosso un successo eccezionale.
“Un risultato incredibile e imprevisto – commenta il Direttore – che è il frutto del lavoro instancabile dei volontari del Gruppo Archeologico Città di Tuscania e del proficuo rapporto di collaborazione e sinergia con il Comune di Tuscania. Sono stati centinaia i visitatori che hanno varcato i cancelli d’ingresso alle aree archeologiche rispettando le disposizioni sanitarie anticontagio. I visitatori, nella maggior parte turisti in visita nella nostra splendida città, hanno potuto percorrere i sentieri all’interno della Riserva Naturale Regionale immergendosi nella storia etrusca di Tuscania e nelle meraviglie di una delle sue più monumentali necropoli, comopletamente ripulite dai soci e dalle socie dell’associazione.
Questo eccezionale risultato ci da la forza per continuare a programmare e a lavorare nelle prossime settimane per promuovere nuovi eventi in questa estate complessa ma molto importante per far conoscere la storia e l’archeologia di Tuscania ai molti turisti italiani e non che la vorranno visitare.
Sono in programma molte iniziative, ma ciò che è più importante è che, grazie ad un rapporto di collaborazione ottimo con la Pro Loco di Tuscania, fra pochi giorni verrà riaperto dai volontari l’Ufficio Turistico per tornare ad offrire un servizio imprescindibile ai visitatori.
Non solo ma Tuscania, grazie al grande lavoro e allo spirito di iniziativa dei volontari dell’associazione, sarà al centro di uno speciale nella rivista specializzata Archeo, in vendita in tutte le edicole, che nel mensile di agosto dedicherà un’intera sezione alla nostra città. Gli articoli dedicati alla storia di Tuscania e ai suoi più importanti monumenti, sono a firma del sottoscritto e dei soci Stefano Bocci e Riccardo Fioretti. Un dono speciale alla nostra comunità per farla conoscere ancora di più e meglio e per favorire la ripresa del turismo.
Il Gruppo Archeologico Città di Tuscania, quindi, – conclude il Direttore Tizi – continua come e più di prima a lavorare al servizio della nostra comunità e i progetti in corso stanno dimostrando che il lavoro duro sta dando i suoi frutti. Lavoro di promozione accanto ad un grande impegno scientifico e professionale condotto dagli archeologi dell’associazione in un binomio eccellente e fruttuoso. È questo un momento fondamentale per i futuro del nostro patrimonio archeologico e artistico e sarà una sfida che abbiamo deciso di affrontare con convizione e serietà.