VITERBO – Un folto pubblico – oltre 300 persone – ha partecipato a Viterbo, nel pomeriggio di sabato 24 giugno, al vernissage della mostra “Recycled-Soul” di Erika Calesini, allestita allo Spazio Pensilina in Piazza Martiri d’Ungheria. In mostra alcune opere dell’artista romagnola di fama internazionale, gran parte delle quali realizzate attraverso il riuso di vecchie biciclette e richieste in tutto il mondo. L’80 per cento delle opere in mostra è già stato prenotato o venduto.

L’esposizione è organizzata dal manager artistico Vittorio Augusto Renai in collaborazione con Terra Cotta srl di Viterbo ed è inserita nel programma del festival Caffeina, evento per cui l’artista ha realizzato anche alcune installazioni. Al taglio del nastro erano presenti, oltre all’artista e al manager, l’assessore alla cultura del Comune di Viterbo Antonio Delli Iaconi, il consigliere regionale Riccardo Valentini e l’avvocato Marco Sabatini in rappresentanza di Terra Cotta srl.

L’inaugurazione è stata arricchita dalla presenza di Marina Ripa di Meana che, insieme a Erika Calesini, ha presentato il suo libro “Colazione al Grand Hotel”, intervistata dalla giornalista Maria Letizia Riganelli. Ripa di Meana ha raccontato la sua amicizia trentennale con Alberto Moravia e Goffredo Parise, in cui l’insolito terzetto si frequentava quotidianamente nei luoghi della “dolce vita” romana, scambiandosi pettegolezzi, racconti e confidenze.

L’incontro si è svolto in un luogo inusuale: in acqua, all’interno della vasca dello Spazio Pensilina. L’ideale, viste le elevate temperature che hanno caratterizzato la giornata. Per l’occasione, Riccardo Aputini di Antica Cantina Leonardi, sponsor dell’esposizione, ha donato all’ospite una bottiglia di vino pregiato prodotto dall’azienda di Montefiascone.

La mostra “Recycled-Soul” è aperta fino al 20 luglio 2017 dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, ingresso libero.