Lunedì prossimo (29 aprile) su Geo e Geo alle ore 18,30 (canale 3) via in onda un servizio televisivo nel cui palinsesto è inserita anche Viterbo. Storia e monumenti della città dei Papi, ma anche un siparietto che commenta il lavoro pittorico che da circa un anno sta portando avanti l’artista viterbese Marco Zappa sul tema del “Giudizio finale” nella chiesa dell’ex tribunale in piazza Fontana Grande. La grande tela (oltre 130 mq) del Paradiso è quasi ultimata ed è sistemata nell’abside purtroppo ancora occultata da un tramezzo allestito per esigenze funzionali al tempo della Corte d’Assise. Sarebbe utile che la superfetazione venisse rimossa così da dare un più ampio respiro all’aula centrale. La tela dell’Inferno, della stessa superficie del Paradiso, verrà invece sistemata nella parete di fondo. Zappa sta realizzando i cartoni e presto inizierà questo secondo step a completamento del progetto pittorico. L’artista viterbese che realizza l’opera a sue spese è docente presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano ed ha dalla sua una serie di mostre allestite non solo in Italia. L’iniziativa è stata sostenuta dal consolato di Viterbo del Touring Club per esaltare uno dei monumenti più spettacolari di Viterbo che abbisogna tuttavia di radicali restauri per essere destinato ad attività culturali. Il servizio di Geo e Geo può dare un provvidenziale supporto acciocché la ristrutturazione avvenga in tempi brevi. Va ricordato che il “Giudizio” di Zappa è una delle risposte più concrete e sensibili alle attenzioni riservate dall’associazione “Egidio 17” al V Centenario dello Scisma Luterano (1517-2017) che è stato celebrato a Viterbo due ani fa per sottolineare i vani tentativi dell’Ecclesia viterbiensis , guidata da Reginald Pole e Vittoria Colonna, di riconciliare cattolici e riformati.