Rosella Lisoni, la scrittrice martana, torna con un emozionante romanzo. Dopo il suo primo saggio “Eros e Thanatos, ha dato alle stampe per Book Sprint Edizioni un nuovo testo, “Aurora una di noi”, disponibile da oggi in tutte le librerie.

“Aurora una di noi”, -la cui presentazione, prevista per la giornata di oggi, 8 marzo 2021, è stata rinviata a causa dell’emergenza Covid-19- è un racconto tutto al femminile, che descrive un universo intrigante, sincero e aderente perfettamente al reale. Nelle pagine del libro si articola il percorso di una donna che attraverso un  viaggio di solitudine e sofferenza, prima di lasciare spazio al coraggio e scegliere di liberarsi definitivamente, senza voltarsi indietro, abbandonando le fasi del rifiuto, della negazione e dell’auto-colpevolizzazione.

Aurora, la protagonista, è un personaggio intrigante: schietta, sincera come una ragazzina, ingenua fino all’inverosimile – lo si evince  all’inizio del racconto-, diviene, pagina dopo pagina, una donna matura, realizzata e consapevole dei suoi talenti e delle sue capacità.

Rigorosa, con un altissimo concetto della dignità femminile, fugge da due uomini, Eugenio prima e poi Orlando, che la umilia e la mortifica.

La separazione dal secondo marito sarà la chiave di volta del racconto, la presa di coscienza di sé e l’inizio di una nuova vita. Aurora sembra avere la testa tra le nuvole, ma ha i piedi ben piantati a terra. Mentre Orlando  perde le staffe, urla, minaccia, Aurora  trova la soluzione: cambia la sua sorte, rifiorisce, rinasce e prende coscienza del suo valore.

Aurora, dunque, dimostra di essere una figura potente, di donna onesta che ha amato alla follia un uomo incapace di ricambiare il suo amore e che, di fronte all’abbandono, soffoca, diventando crudele e spietato.

L’Autrice compie un’analisi fugace della piaga del maschilismo e della fragilità di molte delle donne cieche di fronte alle loro infinite capacità.  Così Aurora prende coscienza delle sue capacità, la sua vita cambia e conosce la felicità.