CANEPINA – Per due giorni Canepina ricorda Venerio Foglietta, poeta scomparso dieci anni fa a causa della sclerosi multipla. Due importanti occasioni d’incontro, la prima per fare il punto sulla lotta alla malattia, il secondo per ricordare Foglietta come poeta. Venerdì 6 febbraio al Salone Quarto Stato del Museo delle Tradizioni Popolari, in Largo Maria De Mattias, si terrà una conferenza pubblica promossa dal Comune di Canepina in collaborazione con Ausl Viterbo e Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla).

 

Si inizia alle ore 17.15 con l’accoglienza dei partecipanti e i saluti del sindaco Aldo Maria Moneta. Alle 17.45 il presidente della sezione provinciale di Viterbo dell’Aism Stefano Ridolfi e il responsabile della raccolta fondi Francesco Borzacchini introducono l’intervento della neurologa Laura Compagnoni (Centro riabilitativo Airri Medical Viterbo) sul tema “Sclerosi multipla: cenni sulla patologia”. A seguire Romualdo Testa e il consigliere regionale Enrico Panunzi intervengono su “La memoria del cuore”. L’incontro si conclude intorno alle 19 con la consegna della targa in memoria di Venerio Foglietta ai genitori e un aperitivo di sal uto (per informazioni: Francesco Borzacchini tel. 328.9428688).

 

Sabato 7 febbraio, alle ore 18.30, la Collegiata di Canepina ospita l’evento “Ricordiamo la poesia di Venerio Foglietta”, promosso dalla Parrocchia, a cura di Don Gianni Carparelli e Alberto Scala. Le poesie degli allievi e degli ex allievi dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” – Scuola secondaria di primo grado, unite a quelle di Venerio Foglietta, si alterneranno con i canti del Coro Polifonico Santa Maria dell’Edera di Viterbo, diretto dal maestro Lucia Giorni; al pianoforte Dimitri Desideri. Le poesie saranno lette da Elda Martinelli e Arcangelo Corinti.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email