A partire dal 3 aprile, con l’insediamento della commissione giudicatrice composta dal rettore dell’Università degli Studi della Tuscia Alessandro Ruggieri e dalla prof.ssa di letteratura greca Maddalena Vallozza, si terrà la nuova edizione del “Certamen Viterbiense della Tuscia”, in collaborazione con il Liceo Ginnasio “Mariano Buratti” di Viterbo: il 4 aprile gli studenti, provenienti da sei regioni italiane (Lazio, Puglia, Marche, Lombardia, Umbria, Veneto) e da quattro stati esteri (Austria, Russia, Belgio e Romania), affronteranno la prova di traduzione dal greco nella rinnovata Aula magna “Maria Rosaria Rossi” del liceo confrontandosi con un passo di Luciano, retore e filosofo di età ellenistica dotato anche di una straordinaria vena fantastica, come dimostrano opere quali Dialoghi o Storia vera. Il Liceo Ginnasio “Mariano Buratti” investe da sempre ogni sua energia nell’importanza dell’attività di traduzione, dal greco come dal latino, convinto della forza della formazione letterario-umanistica e dell’attualità della cultura antica.

Grazie anche al sostegno della Fondazione Carivit, i partecipanti avranno l’occasione di visitare i preziosi luoghi della nostra provincia: dal Museo Nazionale Etrusco a Villa Lante e a Civita di Bagnoregio.

Il 5 aprile, alle ore 15:00, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi della Tuscia si rinnova l’appuntamento con il “Convivium Viterbiense”, dedicato al tema La scuola giusta, con un intervento di Federico Condello, che dialogherà con il prof. Tulli dell’Università di Pisa e con il prof. Grandinetti e la prof.ssa Graziano dell’Università degli Studi della Tuscia. La proclamazione del vincitore del Certamen avverrà il 6 aprile alle ore 9:30 presso la Sala Regia del Comune di Viterbo.

Commenta con il tuo account Facebook