Ricercatori, innovatori e maker del Lazio sono protagonisti della settima edizione di Maker Faire Rome – The European Edition.
Alla manifestazione saranno presenti due progetti elaborati dall’ITTS “L. Da Vinci” di Viterbo.

Un progetto prende il nome di I.B.P. (Intelligent Baby Pillow) ed è stato realizzato dai ragazzi del 3^B ad indirizzo Informatica del’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “L. Da Vinci” di Viterbo.: L’Intelligent Baby Pillow (I.B.P.) è un cuscino corredato di un sistema elettronico con la finalità di combattere l’abbandono dei bambini in auto.

Il cuscino viene poggiato su un qualunque tipo di seggiolino auto (omologato). Il dispositivo elettronico è fornito di un modulo che si connette via bluetooth al cellulare del genitore. In caso di allontanamento del conducente per un tempo personalizzabile viene attivato il modulo telefonico che invia una chiamata ai numeri preimpostati dall’utente ed attiva un allarme sonoro.

L’altra creazione, invece, è IACO (I am COming) realizzato dai ragazzi della 3AIA  del settore Informatica e Telecomunicazioni con articolazione Informatica. L’idea è nata dai 26 ragazzi, che hanno deciso di sviluppare le proprie competenze informatiche come makers mettendole al servizio di un settore importante e cruciale come quello della smart health.

Il gruppo si è autodisciplinato ripartendo i compiti a seconda delle proprie conoscenze e attitudini. Tutti gli studenti hanno avuto un ruolo importante nella realizzazione del progetto con ruoli e compiti specifici da portare a termine. ovverosia un bracciale intelligente che ha lo scopo di realizzare un prodotto all’avanguardia in grado di rilevare improvvise e inaspettate variazioni del battito cardiaco e cadute accidentali della persona che lo indossa.

IACO è un bracciale intelligente che ha lo scopo di realizzare un prodotto all’avanguardia in grado di rilevare improvvise e inaspettate variazioni del battito cardiaco e cadute accidentali della persona che lo indossa.Pensato per persone che presentano problematicità, che vivono da sole e che hanno difficoltà nel contattare qualcuno in caso di pericolo. Il progetto IACO è contenuto in un bracciale , nel quale viene assemblata l’elettronica di controllo e comando, i sensori che percepiscono eventuali variazioni del battito cardiaco (programmabili in fase di rilascio) e uno speciale accelerometro che rileva eventuali cadute del individuo che lo indossa.

Il sistema è dotato di un modulo SIM che in caso di criticità rilevate invia fino a 10 chiamate in sequenza da circa 20 secondi cadauna e altrettanti sms personalizzabili. Sia le chiamate che gli sms si possono e memorizzati nella rubrica della SIM incorporata nel bracciale.
IACO non ha bisogno di connessione ad Internet  viene alimentato da una batteria ricaricabile da 3.7 V del tipo a ioni di litio che assicura una durata superiore alle 12 ore

La manifestazione si terrà a Roma dal 18 al 20 ottobre 2019 ed è organizzata dalla Camera di Commercio di Roma che attraverso la sua Azienda speciale Innova Camera, punta a valorizzare e far conoscere le attività di ricerca e innovazione di centinaia di maker, provenienti da tutta Italia e da decine di stati esteri.