FARNESE – Continua il ciclo di conferenze e incontri culturali “Farnese tra Arte e Storia”, organizzato dal Museo Civico “Ferrante Rittatore Vonwiller” di Farnese, giunto quest’anno alla VII edizione. Sabato 2 aprile 2016 si terrà la seconda conferenza, a cura del dott. Romolo Lucarelli, dal titolo “Appunti su Anton Maria Panico, Pittore del XVI secolo”.

 

La Conferenza tratterà della figura ancora oggi poco conosciuta e poco considerata di questo particolare Artista bolognese, le cui opere più significative sono concentrate a Farnese, dove, al servizio del duca Mario Farnese, aveva stabilito la sua dimora e dove quasi sicuramente concluse la sua vita.

 

Dopo una breve e necessaria premessa per meglio inquadrare l’ambiente storico-culturale del periodo, fortemente influenzato dal grande genio di Mario Farnese, saranno riesaminati gli affreschi (Misteri del Rosario) e le tele (Messa, San Giovanni Battista, San Sebastiano e sant’Antonio abate) presenti nella chiesa del SS.mo Salvatore di Farnese, la tela dell’Immacolata con la famiglia Farnese, dove ai temi religiosi si associano simbologie di spiccata accezione ermetica, conservata nel Monastero di Santa Maria delle Grazie, e quindi una rivisitazione della stupenda e affascinante “dimora filosofale” che è la chiesa di Santa Maria della Cavarella, meglio conosciuta come Sant’Anna, con nuove ipotesi e proposte di lettura ed interpretazione degli affreschi sia delle storie mariane che di quelle immagini pregne di contenuti alchemici, interessantissime e misteriose, presenti negli interspazi che suddividono i riquadri e gli stucchi delle quattro vele.

 

Un piccolo viaggio, insomma, all’interno di un mondo meraviglioso che merita di essere conosciuto, approfondito ed apprezzato e soprattutto che non può e non deve assolutamente essere dimenticato insieme al grande Artista che lo ha concepito.

 

La conferenza, ad ingresso libero, si terrà presso la Sala consiliare del Comune di Farnese a Palazzo Chigi, Corso Vittorio Emanuele III 395, alle ore 17.00. Info: 0761 458849 (museo) – 0761 458381 (Comune).

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email