Massimiliano Chindemi

 

VITERBO Paolo Pelliccia (foto) non molla. Nonostante la paventata chiusura del Consorzio Biblioteche di Viterbo non sia stata ancora completamente scongiurata, il commissario straordinario guarda avanti con solido ottimismo, presentando nella mattinata di mercoledì il palinsesto culturale invernale del Consorzio.

 

Una manifestazione ricchissima di appuntamenti, quella illustrata da Pelliccia, composta da ventisette incontri in programma dal 17 gennaio al 31 marzo. Tra questi anche eventi extra, come quello in programma per il 12 febbraio con il fisico e matematico Piergiorgio Odifreddi. Molti i campi toccati dalla filosofia alla letteratura, dall’economia al teatro passando per il cinema.

 

Insomma, un cartellone di alto livello qualitativo, realizzato per di più a costo zero, grazie alla collaborazione con case editrici ed artisti che hanno deciso di sposare il progetto messo in piedi dal commissario straordinario.

 

Appuntamento inaugurale quello con il giornalista Giancarlo Dotto, che sabato alle 17.30, nella sala conferenze Cardarelli di viale Trento 18/e, presenterà il suo libro “Vita di Carmelo Bene” Bompiani (2005).

 

“Il consorzio – afferma Pelliccia – non si ferma e il cartellone di eventi che abbiamo allestito ne è la prova. Forse, per qualcuno, i nomi che andremo a proporre non saranno in grado di scatenare una ressa di pubblico. Ma a mio avviso, e non solo, gli scrittori che prenderanno parte ai vari incontri sono di eccellente qualità”.

 

Tantissimi e di diverso genere i temi affrontati : tra questi troverà spazio la saggistica del cinema, con Emiliano Morreale. Non mancherà la letteratura estera, con Charles Lambert, scrittore a tutto tondo. Largo però anche ai giovani come Elisa Casseri, scrittrice che Pelliccia ha accostato a Gadda e che ha stupito il commissario per la sua idea di scrittura diversa dagli standard.

 

Grande attenzione sarà altresì rivolta ai grandi protagonisti del cinema e del teatro: Italo Moscati, storico e critico, celebrerà Eduardo De Filippo; ulteriori omaggi verranno inoltre rivolti a Giulietta Masina e a Vittorio De Sica. Spumeggiante anche l’appuntamento che si prospetta con Antonello Colonna.

 

Tante novità, dunque, ma anche riflessioni su scrittori consolidati e importanti come Tommaso Landolfi, autore spentosi a Ronciglione in profonda solitudine.

 

“Come vedete – conclude Pelliccia – le premesse per un evento culturale di livello ci sono tutte, nonostante non ci sia ancora nessuna novità sui finanziamenti. Mi auguro soltanto che i signori del potere ben stipendiato, che in questo periodo di crisi non hanno donato nemmeno un euro al consorzio, dimostrino di avere a cuore quanto meno l’immagine della città, facendo rimuovere i cumuli di immondizia accatastati di fronte alla biblioteca almeno in quei giorni in cui saranno presenti i nostri ospiti”.

 

Programma

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email