TARQUINIA – Il Lions Club di Tarquinia, nell’ambito delle competenze statutarie relative alla formazione, ha avviato una collaborazione con l’istituto superiore Cardarelli della cittadina per una serie di seminari e di attività dirette agli studenti dei vari Indirizzi e, in particolare, alla valorizzazione del “neonato” corso di “Agraria, Agroalimentare e Agroindustria”, varato a settembre 2014 per merito della forte determinazione della Dirigente Laura Piroli. Il progetto, coordinato dalla socia del Lions Club dottoressa Daniela Eusepi, imprenditore in ambito turistico alberghiero, vedrà tra le iniziative anche la messa a dimora di 27 piante di ulivo donate dall’ente, una per ogni studente iscritto al primo anno di Agraria.

 

«L’iniziativa – spiega Eusepi – ha un elevato valore formativo, in quanto propone una serie di approfondimenti inerenti l’olio: coltivazione, aspetti nutrizionali; storia della coltivazione e degli usi dell’olio; il turismo enogastronomico; l’impresa di produzione e gli aspetti commerciali. Tutto ciò nell’ottica di poter dare un quadro di riferimento a tutto campo sulla tematica dell’olio e di costituire una prima “capsula informativa” che i ragazzi possono approfondire e fare propria, per essere loro stessi in grado di presentare e valorizzare le eccellenze locali». I vari interventi sono stati organizzati, coordinando professionisti, aziende turistiche e di produzione agricola, e associazioni culturali, appartenenti alla Rete ELT costituitasi, proprio con l’intento della promozione territoriale della Tuscia, nel Maggio 2014 con la partecipazione di 11 diverse imprese del territorio che affiancheranno l’iniziativa, rendendola replicabile in altri eventi. Il giorno 10 Marzo si è tenuto il primo di questi seminari, rivolto agli studenti dell’Indirizzo turistico e tenuto dal Dott. Pietro Re, imprenditore del settore, proprietario della produzione biologica, commercializzata con il marchio TAMIA, già vincitore di un prestigioso premio al concorso di New York come miglior olio biologico.

 

Il professor Franco Capoccia dell’Istituto Cardarelli, ha integrato gli argomenti svolti – piano di marketing, studio del brand, commercializzazione e comunicazione, distribuzione – con le materie trattate a scuola, in modo da poter facilitare l’aggancio tra teoria e pratica, tra mondo della scuola e del lavoro. Prossimo appuntamento sabato 14 marzo, con la piantumazione degli ulivi e con un seminario tenuto dalla dottoressa Barbara Bartolacci. L’intervento terminerà con un assaggio guidato con la partecipazione degli studenti. Seguiranno altri incontri sul turismo e la storia dell’olio. «A tutti, promotori e organizzatori e partecipanti va il nostro ringraziamento e apprezzamento – dichiara la dirigente Piroli – per la bella prova di unità della squadra appena formata. Il territorio e la scuola ne hanno veramente bisogno».

Commenta con il tuo account Facebook