CALCATA – I libri sono la somma della vita degli uomini, un distillato di storie che diventano la storia dell’umanità. Il Parco del Treja aderisce alla Giornata mondiale del Libro, istituita dall’UNESCO e suggerisce una lettura particolare: “L’uomo che piantava gli alberi”. Un piccolo libro dal punto di vista delle dimensioni, ma un testo che potrebbe benissimo giganteggiare, o essere la premessa, praticamente di qualsiasi bibliografia sulla natura.

 

“In questo breve romanzo, pubblicato da Jean Giono nel 1953 – ricorda il presidente del Parco Luciano Sestili – il protagonista è un pastore che realizza un sogno, con un’opera titanica per decenni semina alberi nei pendii di brulle montagne, riportando una comunità di uomini, animali e piante. In una parola, la vita. È un libro – continua Sestili – che dimostra quello che già sappiamo: ognuno di noi può fare qualcosa per l’ambiente in cui viviamo, per gli altri uomini, in definitiva, per noi stessi.”

 

Su queste basi ideali continua il programma di visite guidate organizzato dal Parco, perché i nostri visitatori possano assaporare il piacere del contatto diretto con l’ambiente naturale e magari toccare con mano il fascino di certi luoghi, la suggestione di tante leggende, l’incanto dei panorami più riposti.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email