A grande richiesta la mostra Incontri a Sutri a cura di Vittorio Sgarbi resta a Palazzo Doebbing fino al 5 aprile 2021

Incontri a Sutri, allestita nelle sale del museo di Palazzo Doebbing a Sutri, la cui chiusura era previ-sta per il 17 gennaio, annuncia ufficialmente la sua proroga fino al 5aprile 2021.La mostra, ideata da Vittorio Sgarbi e prodotta da Contemplazioni, è stata possibile grazie al soste-gno di Intesa Sanpaolo.

Le oltre 250 opere esposte, che coprono un arco temporale che va dal VI secolo ad oggi, raccontanola vita di uomini e donne legati tutti da una personale e originale vocazione verso la ricerca del bello. La pandemia causata dal Coronavirus ha costretto alla chiusura al pubblico i luoghi di interesse arti-stico ma la fame di bellezza, di apprezzare e godere delle meraviglie dell’arte non si è arrestata.

Lo testimonia il fatto che nei pochi mesi di apertura dell’esposizione si è assistito ad un aumento dei vi-sitatori del 30% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.Ora finalmente la cultura riparte e gli organizzatori hanno deciso, pertanto, di prolungare l’aperturadella mostra per dare la possibilità a quante più persone possibile – nel rispetto delle normative antiCovid – di ammirare i capolavori esposti: dalle lamine d’oro di ambito bizantino e longobardo (Peta-la Aurea) alle ultime fotografie scattate da Dino Pedriali a Pier Paolo Pasolini prima della sua mor-te, da Gherardo delle Notti alle opere di Tadeusz Kantor, sino alle sculture di Cesare Inzerillo eLivio Scarpella e molti altri artisti ancora come Justin Bradshaw, Massimo Rossetti, Mirna Man-ni, Guido Venanzoni, Franz Ludwig Catel, Alessio Deli e Chiara Caselli.

La mostra riapre al pubblico da martedì 2 febbraio 2021 seguendo i seguenti orari: dal martedì alvenerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 (chiusura il sabato e la domenica in ottempe-ranza al dpcm), con ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura. È consigliata la prenotazione su https://www.archeoares.it