ORTE – Sono in partenza martedì 24 novembre presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Fabio Besta” di Orte, i lavori per il progetto SIE4E “Schools in English 4 Europe: Inclusive and active schools 4 innovative English in Europe” approvato all’interno del Programma Europeo Erasmus +, che vede la scuola della cittadina viterbese come capofila.

 

Il Progetto ha creato una partnership strategica tra il “Fabio Besta” di Orte, il Ginnasio “Giovanni Paolo II” di Wieliszew (Polonia) e il Ginnasio “Karla Polesneho” di Znojmo (Repubblica Ceca). Questa unione ha creato uno spazio di lavoro per l’analisi e l’identificazione di buone pratiche e nuove strategie nel campo dell’insegnamento della lingua inglese, al fine di potenziare negli studenti l’apprendimento di una capacità ormai chiave per una giusta integrazione nell’Unione Europea e per l’accesso al contemporaneo mondo del lavoro. Il Programma Erasmus + favorisce e sostiene questo tipo di progetti tra le scuole, anche in ottemperanza all’obiettivo strategico posto dal Consiglio di Barcellona del marzo 2002 che prevede la “conoscenza di due lingue straniere oltre la propria lingua materna da parte di tutti i cittadini europei”.

 

Per raggiungere questo obiettivo vengono messe in atto azioni mirate ad aiutare le scuole a entrare in contatto, superando la distanza tra Istituzioni Europee e Cittadini, per creare nuove strategie per l’educazione scolastica e l’integrazione sociale connessa al multilinguismo.

 

Il Progetto, di cui il “Fabio Besta” di Orte è capofila, prevede attività diversificate e permetterà agli studenti delle classi Terze dell’Istituto di viaggiare all’estero, in Repubblica Ceca e in Polonia, e di ricevere in Italia i loro colleghi, per studiare la lingua inglese secondo le strategie innovative create dal confronto attivo e diretto tra gli insegnanti delle tre scuole. Al fine di stabilire come intervenire a livello didattico, gli Staff di insegnanti delle tre scuole si incontreranno ad Orte dal 24 al 27 novembre prossimi per un meeting introduttivo che porti alla definizione di una prima strategia che possa essere adattata e replicabile nei diversi sistemi d’insegnamento dei Paesi coinvolti. L’output finale del Progetto sarà un handbook per l’insegnamento della lingua inglese applicata al settore turistico, che potrà essere utilizzato e adattato anche in altre scuole europee e non.

 

“La partecipazione a questo tipo di attività è fondamentale per i ragazzi”- ha affermato la Dirigente Scolastica Dott.ssa Fiorella Crocoli – “perché permetterà loro di aumentare le possibilità di ottenere un livello di educazione adeguato alle richieste del moderno mondo del lavoro, aumentando le loro possibilità di mobilità e integrazione, senza distinzioni economiche, sociali o fisiche”.

 

Affiancherà il “Fabio Besta” nella gestione del progetto SIE4E, fin dal primo meeting in programma, l’Agenzia ACe20 di Orte, offrendo supporto e coordinamento con un’apposita Segreteria Operativa gestita dai suoi esperti in management europeo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email