VITERBO – “L’obiettivo è quello di rafforzare il rapporto con le scuole ma soprattutto con gli insegnanti per creare un sistema unico dove con molta sinergia si possano mettere in atto importanti attività formative volte a migliorare e valorizzare la preparazione e le competenze degli insegnanti delle scuole superiori che per noi sono fondamentali perché aiutano i nostri studenti a migliorare”. Così il prof. Alessandro Ruggieri (foto) Rettore dell’Università della Tuscia sottolinea la grande importanza della costituzione del “Labform” del quale fanno parte 8 docenti dell’Ateneo viterbese provenienti da tutti i dipartimenti. Ciascuno metterà in campo le proprie competenze. Istituito con decreto del Rettore in questi giorni, ricalca le direttive del Ministero dell’Istruzione e dell’Università in fatto di aggiornamento degli insegnanti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

 

Il “Labform” è un laboratorio costituito da un gruppo di docenti dell’UNITUS rivolto alle esigenze formative e di aggiornamento degli insegnanti delle scuole. Verranno organizzati seminari tematici interdisciplinari, work-shop, corsi di aggiornamento su temi richiesti dalle scuole anche in modalità e-learning, saranno avviati progetti di ricerca-azione e ricerca in campo sulle buone pratiche educative condotti in collaborazione con insegnanti e dirigenti scolastici, verranno ricercate collaborazioni esterne con istituti scolastici, enti di ricerca e agenzie educative italiane e straniere e altro ancora. “Il Labform- ha sottolineato il rettore- è un organo veramente operativo volto anche a migliorare le competenze degli studenti. Il progetto è già partito e nella prima settimana di giugno ci sarà un incontro con gli insegnanti delle scuole e i dirigenti”. Così come ha specificato anche il rettore, il Laboratorio può essere successivamente integrato in relazione a specifiche esigenze anche con altro personale docente, tecnico amministrativo, collaboratori, studenti e laureati dell’Università della Tuscia. L’Università della Tuscia si pone dunque ancora una volta come sicuro punto di riferimento per le scuole viterbesi.

Commenta con il tuo account Facebook