Presentazione del libro (Davide Ghaleb editore), domenica 22 settembre 2019 ore 15.30, Teatro del Giardino Segreto in via del Cimitero Vecchio a Vetralla

Appuntamento da non mancare con Nazzareno Battaglini detto “Cardellino”, che domenica 22 settembre alle 15.30, a Vetralla, nel Giardino Segreto di “OperaExtravaganza”, in via del Cimitero Vecchio, presenterà il suo “Lasciate in pace la mia terra” (Davide Ghaleb Editore).
Nazzareno parlerà della sua vita, della sua terra, degli animali e degli uomini e rivelerà il suo talento narrativo, quella scrittura che arriva diritta al cuore del lettore. Nazzareno racconta una vera favola economica: una favola sulla grande distribuzione, sull’offerta e sulla richiesta. La favola di come è cambiata l’agricoltura arrivando a conseguenze devastanti e come siamo arrivati ai tempi della mostruosità. Nazzareno ci racconta, attraverso la storia della sua vita e della sua famiglia, la storia dell’Italia contadina e della sua gente. Una storia che crea consapevolezza. Nazzareno viene dalla terra e fare l’ortolano per lui è un’arte. Lui parla con le piante perché conosce la lingua della natura, linguaggio che noi abbiamo dimenticato.
Dunque, una giornata che sarà molto più di una semplice presentazione di un libro. In compagnia di Nazzareno Battaglini e della sua famiglia, ci saranno la moglie Elena Cappelloni, che nel libro ci ha regalato ricette genuine e veloci, le figlie Eleonora, Caterina e Alice, Susanna Ohtonen e Rudolph Hupperts di OperaExtravaganza, che hanno gentilmente ospitato la performance nel loro teatro, il maestro Luigi De Filippis e il suo violino, Gabriella Norcia, curatrice del volume, Marco D’Aureli e Antonello Ricci direttori della collana “La banda del racconto”. Ma anche Christian, al tema in classe, Elia Ghaleb alla fotografia, Agostino Cecchini (Tuscia Explorer). Infine, tutti i personaggi che sono entrati a far parte di questo libro: Gianni e Maria, Daiana, Mirea, Mirko, Eleonora, Katiuscia, Silvio, Milvio, Antonio, Mauro, Dante, Gigi e Guido.

Commenta con il tuo account Facebook