VIGNANELLO – “Le basse colline cimine verso il futuro. Risultati e prospettive della Progettazione integrata territoriale”. E’ questo il titolo del convegno che si svolgerà sabato 27 giugno alle ore 17 al Castello Ruspoli di Vignanello, nelle sale dell’area nobile: organizzato dal Carbacc (Consorzio aree basse colline cimine), sarà l’occasione per trattare con amministratori, professionisti, ricercatori e cittadini, temi di grande rilievo per lo sviluppo integrato del territorio.

 

In serata poi (ore 21.30) presso i giardini del Castello Ruspoli, andrà in scena “C’era una volta…i monti Cimini: narrare i paesaggi della Tuscia”, perfomance itinerante della Banda del Racconto, con Antonello Ricci e gli “apprendisti artigiani” delle storie e dei paesaggi locali, tutti alunni del corso per narratori di comunità che si è svolto da gennaio ad aprile. Regia e improvvisazione in ottava rima di Pietro Benedetti. Sarà presentato contestualmente il libro omonimo, diario di bordo del corso, pubblicato da David Ghaleb Editore.

 

La giornata, quindi, si annuncia come un’importante occasione per ragionare insieme sullo sviluppo del territorio, unendo al piacere della splendida cornice – il Castello Ruspoli – anche la bellezza e il divertimento dell’arte con la Banda del Racconto, non tralasciando la cultura con l’importante lavoro di documentazione e promozione.
Partecipano al convegno relatori delle aree istituzionale e tecnica, impegnati nella illustrazione dei dati e nella presentazione delle opere svolte nell’ambito del progetto. Tra questi Enrico Panunzi, consigliere della Regione Lazio, Maurizio Palozzi, consigliere provinciale di Viterbo, Massimo Fordini-Sonni, responsabile Ufficio tecnico del Comune di Vignanello, Rossana Giannarini, esperto di marketing territoriale indirizzato alla pianificazione per lo sviluppo locale, Angelo Ciocchetti, dell’agenzia ACe 20 (comunicazione e marketing), Martino Rebonato, esperto di welfare e politiche sociali (cooperativa Interlinea), Stefano Sampaolo, esperto di pianificazione strategica territoriale (Fondazione Censis). Modera Alberto Castori della cooperativa Interlinea.

 

Il Carbacc (Consorzio aree basse colline cimine) è stato istituito all’interno della Pit RL165 (Progettazione integrata territoriale) e coinvolge 10 Comuni: Vignanello (Comune capofila), Bassano in Teverina, Bomarzo, Canepina, Corchiano, Orte, Soriano nel Cimino, Vallerano, Vasanello e Vitorchiano.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email