ACQUAPENDENTE – I virtuosissimi progetti del Museo Naturalistico del Fiore realizzati dalla Cooperativa L’Ape Regina di Acquapendente per consentire ai turisti la scoperta delle oltre mille varietà dei fiori saranno una delle attività principali del progetto 2016 “Resina: il Lazio, 12 mesi di natura all’anno” presentato ufficialmente presso il Museo Civico di Zoologia a Roma dalla Direzione Ambiente e Sistemi naturali della Regione Lazio.

 

A “fare compagnia” alla programmazione della struttura aquesiana incastonata all’interno della stupenda Riserva Naturale di Monte Rufeno, il Museo di Capranica Prenestina, il Museo del Vulcanismo di Giuliano di Roma, il Museo Geofisico di Rocca di Papa, Civita di Bagnoregio, il Museo della Migrazione di Ventotene e lo stesso Museo Civico di Zoolofia di Roma. L’Assessore alla Cultura ed alle Politiche giovanili della Regione Lazio Lidia Ravera, il Dirigente della Unità Organizzativa Musei Scientifici e Planetario – Museo Civico di Zoologia di Roma Capitale Bruno Cignini, il Direttore regionale Ambientale e Sistemi Naturali Vito Consoli e la Coordinatrice del Sistema Resina Lorenza Merzagora assieme ad un gruppo di divulgatori ed esperti ha presentato le nuove occasioni di svago, cultura natura ed il calendario di eventi e nuove esperienze di turismo sostenibili previsti nei prossimi mesi su tutto il territorio regionale.

 

E’ stata per l’occasione inaugurata la mostra fotografica “12 mesi di natura all’anno: musei e territori” che si pone come obiettivo quello di promuovere i ruoli e le molteplici attività svolte tutto l’anno dai musei naturalistici della Regione, alla scoperta di paesaggi, borghi incantati, angoli di natura sconosciuti, itinerari e luoghi che spesso si trovano in uno dei numerosi Parchi e riserve del Lazio, che conservano oltre 200.000 mila ettari di ambienti naturali: una ricchezza unica in termini di biodiversità e geodiversità attraversata da antiche strade, ma anche da piste ciclabili e sentieri di montagna. Tra le iniziative future presentate per l’occasione, l’allestimento di un desk del progetto Resina “Giovani al Museo” alla quale seguirà una distribuzione di materiale informativo didattico per le Scuole a cura dei Direttori dei Musei nonché di materiale relativo alla proposte educative delle aree protette regionali. A termine presentazione sono stati resi noti i risultai ottenuti in questi anni dalla Rete Sistemica Naturalistica. Attivo dal 2007 il sistema museale della Regione Lazio dedicato ai Musei scientifico-naturalistici ha offerto una qualità progettuale graditissima ad un “target” turistico sempre più in crescita esponenziale che ha gradito soprattutto una forma di aggregazione in grado di offrire una visione integrata della natura, oltre al tentativo di sviluppare e promuovere l’offerta culturale delle singole realtà museali così come ad attivare sinergie economiche e gestionali.