VITERBO – “Un evento senza precedenti: il Liceo Artistico di Viterbo sbaraglia la concorrenza alla Biennale di Venezia. “Non era mai accaduto che una scuola del Lazio raggiungesse un tale risultato”, queste le parole dei giurati della Commissione della VI edizione del Concorso, promosso dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e nato con lo scopo di promuovere, incoraggiare e sostenere le potenzialità creative nel campo del Design e valorizzare le eccellenze nell’ambito dell’Istruzione artistica. Il Concorso, proposto a livello nazionale, dal titolo “New Design 2015”.

 

La creatività nell’istruzione artistica italiana” è rivolto agli studenti del 3°, 4° e 5° anno dei Licei Artistici nasce con l’intenzione di sollecitare i giovani all’espressione delle attitudini di creatività ed innovazione con particolare riferimento al design, di favorire il contatto diretto con il mondo della produzione, per consentire la verifica degli aspetti ideativi e operativi e la volontà di coltivare e tutelare i talenti che la scuola accoglie, forma e orienta.

 

Il tema del concorso richiedeva l’elaborazione e l’attuazione di progetti inerenti alla tematica del New Italian Food, in sintonia con gli obiettivi dell’Expo 2015 “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita”: i partecipanti hanno presentato dei progetti e prototipi originali di oggetti e utensili per il consumo del cibo (quali oliere, caffettiere, ecc.) che richiamavano i prodotti tipici del luogo di provenienza.

 

Il concorso ha registrato la partecipazione di numerosi Istituti scolastici da tutta Italia, con la presentazione di 800 lavori: di questi solo 200 sono stati selezionati ed esposti in Mostra presso le Tese dell’Arsenale di Venezia.
Il Liceo Artistico Statale “F. Orioli” di Viterbo, con i suoi 15 elaborati di design, ha travolto la concorrenza, mettendo in difficoltà la stessa commissione che non ha saputo scegliere il migliore, decretando così, a pari merito, tutti vincenti gli studenti dell’Istituto.

 

Questo il giudizio espresso: “L’insieme degli oggetti realizzati dal Liceo Artistico “F. Orioli” di Viterbo, avente come filo conduttore diverse forme ispirate ad elementi naturali locali, si presenta come un’esperienza di lavoro scolastico organico ed esemplare. La Commissione intende sottolineare, con questa premiazione, l’alta qualità dell’iter progettuale e l’efficace sintesi tra forma e funzione.” Grande soddisfazione per le docenti Georgia Angelini e Cinzia Pace e per Luca Occhialini, che hanno accompagnato con dedizione e passione i propri studenti verso questo straordinario traguardo. La premiazione si è svolta il 25 settembre u.s. presso “La Biennale di Venezia”, tutti i lavori saranno esposti per un periodo al “Job Orienta di Verona” e poi saranno collocati all’esposizione permanente del MIUR.

 

A sottolineare l’alto gradimento dei prototipi dei ragazzi dell’Orioli, la scelta di offrire a tutti i partecipanti come gadget la riproduzione proprio di uno dei loro lavori vincenti. Lo scrivente, nel ricevere i docenti su menzionati, ha espresso le proprie sentite congratulazioni ai docenti e agli studenti, per l’impegno appassionato e l’esito brillante.
Soprattutto nell’attuale passaggio storico, dove la scuola pubblica sembra fare fatica a ritrovare la sua autentica mission e ragion d’essere.

 

E soprattutto, ancora, per il Liceo Artistico Statale di Viterbo, che ha assunto -in tutta legittimità storico-artistica e culturale-, come propria icona la Scuola di Atene di Raffaello, in quanto, il suo vero ispiratore fu proprio il grande filosofo dell’ermetismo cristiano Egidio da Viterbo”.

 

Prof. Pasquale Picone
Dirigente scolastico del Liceo Artistico “F. Orioli” di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email