VITERBO – Dal 3 al 13 Maggio 2022, l’Università degli Studi della Tuscia presenterà la sua ampia offerta formativa delle Lauree Magistrali con un Open Day organizzato, in modalità mista, presso i dipartimenti dell’Ateneo. Docenti e personale tecnico-amministrativo accoglieranno studenti e familiari per presentare i servizi dell’Ateneo, le caratteristiche dei corsi di studio, le attività didattiche, i laboratori e le altre strutture dove gli studenti potranno acquisire e integrare le loro conoscenze svolgendo attività di ricerca.

Saranno illustrate le prospettive occupazionali e le modalità di ammissione nonché le numerose opportunità di svolgere periodi di studio e di ricerca all’estero, grazie al programma Erasmus e agli oltre 400 accordi con enti e università di tutto il mondo.

Il programma dettagliato degli Open Days è disponibile sul sito: http://unitusorienta.unitus.it.

L’offerta formativa nel prossimo anno accademico vedrà l’avvio di due nuovi corsi di laurea magistrale, attivati nel prossimo anno accademico, che andranno ad ampliare la già vasta offerta disponibile:

– Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana, che prepara alla professione del biologo nutrizionista, in grado di determinare percorsi dietetici-nutrizionali, oltre che di educatore alimentare, supervisore dei controlli di qualità e sicurezza alimentare, collaboratore in programmi internazionali per la disponibilità alimentare in aree depresse, e ricercatore nell’ambito clinico-nutrizionale ed alimentare;

– Gestione digitale dell’agricoltura e del territorio montano, presso il polo didattico di Rieti, che mira a formare figure professionali altamente qualificate e specializzate che propone due percorsi:  “Agricoltura digitale” e “Gestione digitale del territorio montano”.

Una nuova sfida per l’Università della Tuscia è rappresentata dalla necessità di aprirsi il più possibile ai rapporti internazionali, nella ricerca scientifica e nell’insegnamento. A tale proposito, saranno presentati anche i corsi di laurea che, dal prossimo anno accademico, saranno erogati esclusivamente in lingua inglese, per attrarre l’arrivo di studenti provenienti da tutto il mondo. Ai corsi in Forestry and Environmental Sciences, Circular Economy e Security and Human Rights si aggiunge il corso in Mechanical Engineering che, dal prossimo anno, verrà erogato in lingua inglese per preparare laureati pronti ad affrontare il mondo del lavoro proiettato in una dimensione sempre più internazionale.