CAPRAROLA – Sull’onda del successo già ottenuto con la presentazione a Ronciglione, domenica 19 aprile è stato presentato a Caprarola, su invito del Sindaco Eugenio Stelliferi, presso il Palazzo della Cultura, in una sala che ha registrato il tutto esaurito, il bel libro della professoressa Lucia Maria Girelli, dal titolo “Ronciglione ai tempi del Direttorio di Parigi o Perdèco e Agnese”, edito dal Centro Ricerche e Studi di Ronciglione per la collana ‘Le Stamperie’.

 

Realizzato in ottima veste grafica dalla Tipografia Spada, la stessa che si occupò nel 1895 di stampare l’originale di Domenico Sbarra, originario di Caprarola, arciprete di Ronciglione fino al 1915, il romanzo si serve della guida delle peripezie del biondo Giuseppe, detto Perdèco, originario di Ascoli Piceno, e della bella e virtuosa Agnese, sulla falsariga dei “Promessi Sposi”, con tanto, anche qui, di Innominato, narrando fatti accaduti a Ronciglione ai tempi del Direttorio di Parigi, durante la cruenta invasione francese del 1799. La storia, preceduta dal dotto saggio storico-letterario della professoressa Girelli, è affascinante, scritta con felice penna dallo Sbarra in una prosa scorrevole ed elegante, con una precisa struttura narrativa e senza leziosità né retorica.

 

Il romanzo dovette servire a smuovere le coscienze soprattutto dei Ronciglionesi, cioè quanto espressamente dichiarato nella sua prefazione al racconto. Ha condotto l’incontro Silvano Boldrini, presidente del Centro Ricerche e Studi di Ronciglione, relatrice la stessa professoressa Girelli. Dopo il sindaco Stelliferi, sono intervenuti, del Centro Studi e Ricerche di Caprarola, Renato Moretti, e il presidente Luciano Passini. Il tutto allietato dagli intermezzi musicali del duo voci e chitarre “Terra di confine”, e dalle letture del bravo Alessandro Morganti.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email