La città di Viterbo ha avuto lo scorso mercoledì pomeriggio la possibilità di ospitare, presso la sede della Asd Golden Dance School, uno dei più grandi personaggi della danza mondiale.

Infatti, nella sede della scuola di danza si è svolto un workshop con il maestro e coreografo Lavelle Smith Jr, che è stato per ventitré anni al fianco della più grande pop star mondiale, Michael Jackson, e ha vinto cinque volte il premio MTV Video Music Awards per la migliore coreografia.

È stata una grande opportunità, per tutti i partecipanti allo stage, di ricevere la formazione necessaria a studiare uno stile così unico nel suo genere. Smith ha mostrato durante il workshop tutta la sua grandezza, ha emozionato le ragazze e i ragazzi, facendo sentire appieno sulla loro pelle quella energia che, come diceva Michael Jackson, doveva essere l’anima del corpo, un corpo che non doveva avere paura di muoversi, ma doveva esprimere decisamente e in modo automatico quello che la musica infondeva.

Il maestro Lavelle Smith, insieme alla sua bravissima assistente Aurora Pica, ha incantato tutti i danzatori portandoli ad essere, per un intero pomeriggio, i veri protagonisti delle più famose coreografie. Ognuno di loro ha dato il massimo senza risparmiarsi e per questo il maestro ha ringraziato più volte la classe per la preparazione tecnica, l’attenzione e la velocità di apprendimento, un’energia reciproca che ha reso questo evento indimenticabile .

“Ringrazio Lavelle Smith per il grande contributo che ha portato ai ballerini viterbesi – ha dichiarato Massimo Polo, direttore della Golden Dance School – inoltre un ringraziamento va a Fabrizio Silvestri, autore Rai e organizzatore dell’evento “International Dance Award Stefano Francia”, per aver fatto in modo che questo stage si realizzasse. È stata un’esperienza indimenticabile ascoltare Smith – ha concluso Polo – tra l’altro ci ha raccontato tanti aneddoti legati la preparazione delle coreografie ed alla necessità di Michael Jackson di muoversi naturalmente, senza pensare, dovendo cantare e ballare contemporaneamente.”

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email