«Da ormai quasi due mesi le scuole in Italia sono chiuse. Ciò non significa tuttavia che l’attività didattica si sia fermata. Tutto il contrario, invece. All’I.I.S.S. “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia insegnanti e studenti sono più attivi che mai grazie alle possibilità offerte dalla didattica a distanza che le tre sedi dell’Istituto, Centrale, Lido e Tuscania, hanno saputo attivare tra i primi del territorio.

La scuola, infatti, già da febbraio, in uno sforzo che adesso appare quasi profetico,  si era attrezzata con una piattaforma all’avanguardia, perché alcuni insegnanti avevano già deciso di utilizzarla. Aveva, inoltre, iniziato un’intensa attività di formazione di docenti e personale scolastico che poi si è dimostrata particolarmente utile. Artifici di questo provvidenziale salto in avanti verso il digitale sono stati il Dirigente Scolastico Laura Piroli e la prof.ssa Flora Breccia, docente di Matematica e Fisica, che hanno saputo prima riconoscere le potenzialità degli strumenti e delle piattaforme online e poi diffondere le competenze necessarie a tutti, docenti e allievi. Tutto ciò ha dunque consentito l’avvio immediato delle attività a distanza che, è bene ricordarlo, per molti allievi è divenuta una realtà soltanto perché la scuola ha provveduto a  consegnare numerosi dispositivi, ad oggi 67 tra tablet e pc, a tutti coloro che hanno segnalato difficoltà coi propri devices.

Ora le competenze, le conoscenze e le strumentazioni dell’I.I.S.S. “Vincenzo Cardarelli” funzionali alla DaD saranno ulteriormente implementate grazie all’approvazione da parte della Regione Lazio del progetto inviato dall’I.I.S.S. “V. Cardarelli” denominato “Aula Virtuale”, seguito dalla Prof.ssa Tiziana Civitelli. “In questo periodo in cui la distanza è un ostacolo alla comunicazione e alla progettazione, mi ritengo estremamente soddisfatta del lavoro che stiamo portando avanti. – riferisce la prof.ssa Civitelli – Aver creato un gruppo di lavoro, composto da molti docenti, che mi affianca nella realizzazione delle tante attività che poniamo in essere, mi rende orgogliosa della mia scuola e mi sprona ad essere sempre attenta ai bisogni dei nostri studenti.” “Con i fondi ottenuti”- aggiunge la la Dirigente Laura Piroli, – professori ed alunni beneficeranno non soltanto di ore di approfondimento sull’utilizzo delle piattaforme più efficaci per l’insegnamento e l’apprendimento, ma anche dell’accesso ad un ambiente virtuale particolarmente ricco e stimolante, che offre la possibilità di svolgere test e di visualizzare in automatico i quesiti corretti e gli errori, con le relative spiegazioni. L’”aula” è inoltre predisposta per le simulazioni delle prove INVALSI, che gli allievi del secondo e del quinto anno dovranno affrontare nel prossimo anno scolastico. Al progetto hanno aderito 24 insegnanti e più di 600 alunni, un numero già di tutto rispetto e ancor più pregevole considerate le difficoltà del periodo, l’aggravarsi dei carichi di lavoro a causa del loro svolgimento a distanza per docenti e studenti e la stanchezza generale”. Tutto, insomma, sembrava remare contro questo nuovo percorso, ma l’entusiasmo e la voglia di rinnovarsi hanno vinto ancora una volta all’Istituto Cardarelli.

“Non è possibile sapere quando le scuole riprenderanno la loro attività regolare, ma, fino ad allora – ed anche dopo – l’I.I.S.S. “Vincenzo Cardarelli” rimarrà in prima linea per rendere sempre più fruibile ed efficace la didattica e per supportare attivamente tutti i membri della comunità scolastica che saranno sì tutti distanti ma… sempre più presenti”.  »

IIS Vincenzo Cardarelli Tarquinia