TARQUINIA – La sonorità e la forza espressiva del tango sono di scena sabato 19 settembre p.v., alle ore 21.00, nella Sala Sacchetti- in via dell’Archetto, 4 – di Palazzo dei Priori, sede della Società Tarquiniense d’Arte e Storia.

 

Ad interpretare i vari brani saranno i Cuartetango (flauto Raul Dousset, violino Giuliano Bisceglia, violoncello Gianfranco Benigni e pianoforte Gabriel Chami), gruppo nato a Buenos Aires nel 1995, dall’incontro tra musicisti argentini e italiani, che svolge un’intensa attività concertistica, partecipando con successo alle più importanti manifestazioni e rassegne musicali italiane, collaborando con rinomate associazioni ed esibendosi in prestigiosi teatri e sale da concerto in Italia ed all’estero.

 

Il repertorio prevede tra l’altro arrangiamenti originali sulle partiture autografe del compositore argentino Astor Piazzolla, gentilmente concesse dal figlio, Daniel, anche lui musicista, che di loro ha detto: “Sono felice  di aver fornito le partiture autografe di mio padre ai componenti del Cuartetango; non solo non mi hanno deluso, ma sono riusciti a sorprendermi per la loro eccellente interpretazione della musica del più grande compositore argentino e uno dei più grandi musicisti del Novecento. Mi auguro che proseguano in questa ardua impresa, perché anche mio padre si sarebbe sentito orgoglioso di loro”.

 

Per la sua opera di diffusione della musica di Astor Piazzolla, il Cuartetango è stato più volte invitato da S. E. l’Ambasciatore della Repubblica Argentina, ad esibirsi in occasione delle celebrazioni della Festa Nazionale presso l’Ambasciata Argentina in Italia.

 

Il gruppo è stato seguito con interesse dal TG2, TG3 e RAI International che gli hanno dedicato ampi servizi in occasione dei suoi concerti più importanti. Il concerto apre la rassegna “Melodie e Suoni d’autunno” che si svolge nell’ambito della manifestazione “Tarquinia a Porte aperte” con il patrocinio del Comune di Tarquinia e della Fondazione Carivit e il sostegno della BCC di Roma e di altri sponsor locali. Ad introdurre il gruppo sarà il mezzosoprano Teresa Rocchino, nata a Tarquinia, con alle spalle una intensa e brillante carriera, che dopo essersi esibita nei maggiori teatri del mondo, ha insegnato canto in vari conservatori nazionali e oggi all’Accademia musicale di Roma. Uno spettacolo eccezionale che mette a nudo il valore culturale del tango, tale da essere dall’Unesco ritenuto “patrimonio dell’umanità”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email