TARQUINIA – Presso l’Auditorium del Goethe Institut di Roma, il 13 marzo, è stato assegnato il “Premio Romei 2015”, – manifestazione organizzata dall’ANP Lazio – a studenti, professori, dirigenti della scuola e professionisti che si sono distinti per merito. Per la nostra provincia, tale riconoscimento è stato assegnato alla dirigente scolastica dell’IISS “Vincenzo Cardarelli ”di Tarquinia Laura Piroli (foto).

 

Il riconoscimento, nato sei anni fa dall’Associazione Nazionale Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola, è stato istituito per ricordare la figura del professor Piero Romei, grande innovatore dell’istruzione scolastica, e intende premiare persone che si siano distinte per la qualità innovativa del loro lavoro e per la positiva ricaduta sulla scuola. Il premio alla dirigente Piroli è stato assegnato con la seguente motivazione: “Laura Piroli Dirigente dell’Istituto Superiore “Vincenzo Cardarelli ”di Tarquinia, in possesso di particolari doti umane e gestionali, ha dato concretezza a quanto raccomandato dal Prof. Romei “mettere a frutto gli spazi disponibili per la decisione e per l’azione in termini di qualità del servizio formativo erogato e di soddisfazione per il proprio lavoro”.

 

Dell’ascolto ha fatto la sua bandiera per realizzare le idee, per realizzare un modello di scuola, per dirlo con le parole del Prof. Romei, “aperto e provvisorio”. Una scuola al passo con i tempi ma ben salda nelle tradizioni culturali del territorio. In poco tempo ha saputo creare un ambiente sereno e collaborativo”. «Essere stata segnalata per ricevere una “nota di merito” non può che riempirmi di soddisfazione. Ma non è un orgoglio chiuso e incentrato sulla mia persona – afferma il DS Laura Piroli – Questo premio è un premio alla “consapevolezza” e alla “condivisione».

 

La “consapevolezza” dell’importanza del ruolo del dirigente scolastico all’interno dell’Istituzione scuola e l’importanza della scuola della società, nel quotidiano e nel futuro, perché in passato questa centralità c’era e solo recentemente è stata trascurata. «“Condivisione” perché si riceve una “nota al merito” quando il proprio lavoro è condiviso e il mio piccolo contributo nel mio mondo scuola è volutamente, è fortemente condiviso. – prosegue Piroli – La partecipazione di tutti, docenti, studenti, genitori ed enti esterni è il carburante che fa muovere la scuola. Tutti devono sentirsi parte di un “tutto” e questo “tutto” deve essere organizzato e gestito armoniosamente. La società che entra nella scuola, gli adulti, i professori e il personale ATA che ne hanno cura, gli esperti esterni devono stimolare nei ragazzi curiosità, domande e risposte.

 

La scuola non è una gabbia dorata che serve a proteggerli, ma una finestra sulla conoscenza, sull’imprevisto, sull’immaginario e sul concreto. «In questa giornata importante – conclude la dirigente del Cardarelli – la “condivisione” è stata avere accanto il DSGA della mia scuola, la dottoressa Luisa Marzi e il vicepreside professore Giancarlo Pierantozzi, perché la scuola è collaborare per percorrere un cammino, prepararsi per salpare di continuo “Condividere” vuol dire saper dire grazie. Il mio grazie va a tutti i miei collaboratori perché non mi fanno mai sentire sola, all’Anp che è sempre al fianco dei Dirigenti, ma soprattutto al mio mentore che mette a disposizione la sua preparazione professionale e la sua carica umana, grazie professore Antonino Petrolino».

Commenta con il tuo account Facebook