Il 7 luglio, dalle 21,30, a Tarquinia, al parco Palombini, la conferenza con Luca Mocchegiani Carpano apre il ciclo di incontri “Tra terra e mare” dedicati all’archeologia subacquea organizzato dalla STAS

Tarquinia – Le strutture portuali di epoca romana di Testaccio, dal periodo repubblicano e poi imperiale fino alle fasi di abbandono nel tardo antico, di questo sito di fondamentale importanza per la costruzione di Roma e del suo impero. È il tema della conferenza “Archeologia a Testaccio: il quartiere e il fiume” tenuta da Luca Mocchegiani Carpano che aprirà il 7 luglio, alle 21,30, a Tarquinia, al parco Palombini (ingresso al civico 25 di via della Ripa), il ciclo di incontri a ingresso libero dedicati all’archeologia subacquea dal titolo “Tra terra e marre”, promosso dalla Società Tarquiniense d’Arte e Storia (STAS), con il sostegno del Ministero della Cultura (MIC) e in collaborazione con l’Assonautica di Tarquinia “G. Maffei”. Esperto di organizzazione, gestione e coordinamento di attività nell’ambito di beni culturali, Luca Mocchegiani Carpano lavora da diversi anni in qualità di libero professionista a progetti di ricerca, sia su terra che in acqua, per enti pubblici e privati e per università italiane e straniere.

“Il mio lavoro – afferma lo studioso Luca Mocchegiani Carpano – ha previsto anche una formazione specifica su tutte le tecniche derivanti dalla subacquea, dalla speleologia e dall’alpinismo utili soprattutto nelle fasi di ricognizione, prospezioni, esplorazioni di cavità artificiali e naturali e nelle situazioni di scavo stratigrafico. Ho collaborato in molte campagne di ricerca, storico-archeologiche e di restauro sia in Italia che all’estero”.  Nell’incontro si farà riferimento alle indagini effettuate a Testaccio dal 1979, inizio dello scavo, fino a quelle più recenti. Sarà poi posta l’attenzione sulle attività di sperimentazione, prospezione e ricerca in acqua del fiume Tevere, in modo particolare nel tratto urbano di Roma. 

Articolo precedenteChef Eleonora Masella si sposta nella Tuscia all’evento “Montefiascone in Terrazza”
Articolo successivoMaury’s Com Cavi Tuscania, arriva Matteo Ruffo a rafforzare il reparto centrali