TARQUINIA – Grande interesse ha suscitato tra gli studenti dell’IIS “Vincenzo Cardarelli” l’incontro con Matteo Colombo, che ha fatto conoscere la bellezza e le difficoltà del lavoro di traduttore, partendo dalla sua traduzione del romanzo Il giovane Holden, di J.D. Salinger. Colombo ha saputo interagire con i ragazzi, instaurando un rapporto fatto di cordialità e stima reciproca.

 

L’iniziativa è stata promossa nell’ambito del festival della letteratura illustrata per ragazzi “Pagine a colori”. «Grande merito, – sottolinea l’organizzazione del festival “Pagine a colori” – va a Maria Grazia Garganti, curatrice della sezione autori della rassegna e docente di scuola primaria a Oriolo Romano, che, insieme alla direttrice artistica Roberta Angeletti, ha maturato la scelta di chiamare Colombo e ha poi curato tutta la fase preparatoria all’appuntamento». L’incontro ha permesso ai ragazzi di toccare “dal vivo” l’esperienza della traduzione come una professione fatta di competenza, accuratezza, fatica e cura, che permette l’approssimarsi all’alterità di una lingua, al compiersi della grande sfida: la traducibilità di una cultura “altra”.

 

«Un ringraziamento – conclude l’organizzazione – va poi ai docenti e agli studenti dell’IIS “Vincenzo Cardarelli”, per l’entusiasmo che mostrano ogni volta nel partecipare agli incontri». Il festival “Pagine a Colori” è organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Tarquinia, con il sostegno della Fondazione Cariciv, Unicoop Tirreno e della biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” e con la partecipazione dell’Officina dell’Arte e Mestieri “Sebastian Matta”, del Museo Arte Sacra Tarquinia, del Cinema Etrusco, dell’IC “Ettore Sacconi” e dell’IIS “Vincenzo Cardarelli”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email