VITERBO – Dal 14 al 18 settembre si sono riuniti a Roma 800 delegati per il 42° Congresso Internazionale della IAH (International Association of Hydrogeologists), AQUA 2015.

 

Il Congresso, organizzato dal Comitato Italiano dell’IAH presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, ha compreso quattro giorni di conferenze scientifiche, workshop e meeting sui diversi aspetti delle acque sotterranee ed un giorno di visite guidate. Una delle otto escursioni previste dal programma è stata organizzata da ricercatori dell’Università degli Studi della Tuscia (Antonella Baiocchi, Francesca Lotti, Vincenzo Piscopo e Sara Taviani) e del CNR (Elisabetta Preziosi) si è svolta giovedì 16 con tema, l’idrogeologia dei vulcani dell’alto Lazio. Questa escursione ha permesso a 91 delegati dell’IAH e della Commissione Internazionale Acque Minerali e Termali di visitare alcuni siti significativi dei laghi vulcanici di Bracciano e Vico (e tra questi la concessione mineraria termale del Paliano) e delle risorse idrotermali di Viterbo.

 

Nel corso della escursione sono stati illustrati e discussi temi riguardanti la salvaguardia delle risorse idriche dei vulcani, la gestione sostenibile delle acque termali ed i metodi alternativi per risolvere il problema dell’approvvigionamento idrico in aree geogenicamente contaminate da arsenico e fluoruri.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email