VITERBO – Sabato 19 settembre proponiamo una ricca e suggestiva serata alla riscoperta della nostra città. Lungo le antiche mura urbiche è scritta ed impressa indelebilmente la storia della città di Viterbo, dagli assedi di Federico II di Svevia alle campagne garibaldine del Risorgimento.

 

Sulle porte della città, distrutte, ricostruite, rimaneggiate, si accolsero solennemente principi, Papi, imperatori, ma anche eretici e pellegrini, che arrivavano a Viterbo o che vi sostavano durante il viaggio per Roma. Guarderemo Viterbo attraverso gli occhi di chi vi entrava, una prospettiva inusuale e molto affascinante.

 

Ripercorreremo attraverso un trekking urbano lungo la cinta muraria ( poco più di 4 km), guidati dal bravissimo Luigi Rossi, la storia più affascinante e meno conosciuta della nostra città.

 

A seguire “Fiocco Magogo”, a cura dell’associazione culturale Fanalino di Coda, chiacchiere al pozzo su testo di Pietro Aretino. Uno spaccato di vita quotidiana di altri tempi, quando i social network non c’erano e fontane e lavatoi erano il fulcro della vita sociale, ed intorno a questo spazio tutto al femminile, le donne potevano sparlare, spettegolare, litigare, ridere.

 

Le chiacchiere dell’Aretino ci portano indietro ad un tempo ancestrale e perduto, in cui certi luoghi fisici divenivano posti dell’anima, in cui dare sfogo alle paure più intime e all’umorismo più grossolano.

 

La serata terminerà con brindisi e spuntino di mezzanotte.

 

Appuntamento ore 20.50 – 21.00 davanti l’ingresso della Chiesa della Trinità.

 

Si ringraziano di cuore i Padri Agostiniani della SS Chiesa della Trinità per la solita, ma per noi mai scontata, disponibilità gentilezza ed accoglienza. Info e prenotazioni segreteria@prolocoviterbo – 393 3232478

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email