CANEPINA – ll vocabolario del dialetto canepinese sarà protagonista venerdì 6 marzo, alle ore 17.30, nel corso di un incontro presso la Fondazione Carivit di Viterbo (Via Cavour 67), che ha sostenuto la pubblicazione. Dopo i saluti del presidente della fondazione Mario Brutti, del sindaco di Canepina Aldo Maria Moneta e del consigliere regionale Enrico Panunzi, i due autori – Luigi Cimarra e Francesco Petroselli – dialogheranno con Paolo D’Achille, professore di Linguistica italiana all’Università di Roma Tre, e con Quirino Galli, direttore del Museo delle Tradizioni Popolari di Canepina. Partecipa l’assessore alla Cultura Carlo Palozzi, che ha seguito la pubblicazione del volume, mentre a coordinare l’incontro sarà il giornalista Francesco Corsi. E’ prevista, inoltre, anche la partecipazione degli attori del Gruppo Spontaneo Canepinese, che da anni mettono in scena commedie in dialetto.

 

Il vocabolario del dialetto di Canepina è stato realizzato a stretto contatto con la popolazione ed è frutto di anni di ricerche sul campo: Cimarra e Petroselli, infatti, hanno raccolto testimonianze di prima mano e, come scrive il sindaco Moneta nell’introduzione, “non è stato difficile, in questi anni, vederli, curiosi e attenti, per le strade di Canepina intenti a chiedere il significato di alcune parole o ad impararne la pronuncia dalle persone sedute nei bar. Spesso sono stati anche da stimolo, visto che con i loro preziosi strumenti filologici hanno saputo interpretare e capire quelle sfumature che noi, semplici parlanti, non potevamo cogliere”.

Commenta con il tuo account Facebook