VITERBO – Lunedi’ 10 Aprile, alle ore 16.30, nella Sala Assemblee della Fondazione Carivit, presso Palazzo Brugiotti, l’Associazione “Athena” presenta il Convegno sul Bullismo.

Evento pensato molto prima dei reiterati fatti di cronaca che recentemente hanno reso questo fenomeno tristemente protagonista della nostra realta’.

“Un’occasione per la quale invito tutti a partecipare ed in particolar modo la stampa che ha un ruolo fondamentale– spiega Federica Di Gion – Moderatrice dell’incontro – in quanto e’ fondamentale sviscerare le problematiche da piu’ punti di vista per affrontarle concretamente.

Il Bullismo e’ un fenomeno troppo a lungo sottovalutato ed estremamente complesso che necessita di un approccio organico e sinergico da parte dei vari attori sociali ed istituzionali”.

Il Convegno trae spunto dal libro dell’Avvocato e Criminologa Caterina Grillone “Dalla Violenza sui Minori alla violenza dei minori” che e’ anche titolo dell’evento e che verra’ presentato come apertura dei lavori.

Saranno presenti inoltre il Sostituto Procuratore della Repubblica, il Magistrato Paola Conti, il Comandante della Polizia Postale di Viterbo, Dott. Averaldo Piazzolla, I Dirigenti Scolastici del Liceo “M. Buratti”, Dott.ssa Clara Vittori e del Liceo “P. Ruffini”, Dott.ssa maria Antonietta Bentivegna, il Responsabile Servizio Coaching IPSE ( Istituto Psicologico Europeo) di Viterbo, Dott. Michele Palazzetti.

Una sezione particolare sara’ dedicata agli Studenti del Liceo “M. Buratti” che presenteranno i loro video-progetti.

“Un convegno ricco di interventi – ha concluso Federica Di Gion – per porre il focus sui tanti aspetti che compongono questo deprecabile fenomeno. Non e’ rifiutandolo mentalmente che possiamo incidere su di esso. Auspichiamo un’ ampia partecipazione perche’ anche grazie alla presenza del Sostituto Procuratore Conti e del Comandante Piazzolla, avremo un quadro piu’ completo dal punto di vista legislativo ed una sorta di manuale, di linee-guida su come riconoscere il cyber-bullismo e su come possiamo provare a difenderci nel concreto”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email