VITERBO – Anche quest’anno il DIBAF – Dipartimento per l’Innovazione nei sistemi Biologici, Agro-alimentari e Forestali – ha conferito 17 premi agli studenti più meritevoli nei corsi di studio in ambito biotecnologico, alimentare e forestale.

Obiettivo dei premi, incoraggiare gli studenti a laurearsi nei termini previsti e conseguire buoni risultati.
Quest’anno i premi sono stati assegnati a sei studenti della triennale in Biotecnologie (L-2): Giulia Totonelli; Giorgio Filabozzi; Orlando Giuseppe Sardella; Valeria Alonzi; Anna Celeste Cuppone e Benedetta Barelli. Il corso in Biotecnologie è in forte espansione non solo per il grande numero di studenti iscritti, ma anche perché, a partire dall’anno accademico 2018-2019, sarà attivo in ateneo il nuovo percorso di laurea magistrale interdipartimentale (DIBAF e DEB) in Biotecnologie industriali per la salute e il benessere (LM-8).

Undici premi sono stati invece assegnati agli studenti della laurea magistrale in Scienze e tecnologie agroalimentari: Maria Chiara Caso; Paolo Cucchiara; Maria Luisa Evangelisti; Massimo Turco; Caterina Mazzocchi; Maria Rita Bracci; Francesca Ciucci; Nadia Grasso; Giordano Fratini; Davide Di Maio e Francesco Tonnetti. Questo ultimo corso di laurea è ormai consolidato e particolarmente ricco nell’offerta formativa (tre curriculum nel primo livello e due curriculum nella magistrale).

Due anni fa i premi sono stati assegnati anche a sei studenti del percorso magistrale di Scienze forestali e ambientali che, dal 2017/18 ha cambiato nome in Forestry and Environmental Sciences, poiché completamente rinnovato e impartito interamente in lingua inglese. Questo per favorire l’inserimento di studenti stranieri ma anche per offrire agli studenti italiani la possibilità di studiare in un ambiente internazionale. Il corso prevede anche esperienze di scambio in paesi dell’Unione Europa e non solo.

Nuove regole dunque si dovranno stabilire in futuro per l’assegnazione dei premi a questi studenti internazionali dell’Università degli Studi della Tuscia.
Commenta con il tuo account Facebook